Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

l-06_0 k2-24 l-13 sh ponza-cala-feola-sottocampo-raffaele-sandolo-con-la-nonna-avellino-maria-moglie-di-emiliano-sandolo-1955 16

Chi ritrova un amico… trova ’na chiaveca

Condividi questo articolo

by Sang’ ’i Retunne

 

Giggino – Ma tu he capito cu’ che gente tenimme a che fa’, cca ’nderra? Sì o no?
Sang’ ’i Retunne – Altroché! Basta guardare te!

Gg – See, see, tu fa’ ’u spitiroso, fa’… che tante primme o dope te succedarrà pure a tiche.
SR – A sì? E cosa mi dovrebbe succedere?

Gg – Tu ’u saie a ’Ndonio chiù chiù?
SR – Azz, no? Ce staie appeccecate malamente. V’hanno avuta sparte!

Gg – Ce “stevene” appeccecate..! Po’ avimme fatte pace.
SR – Veramente? Dopo tutto quello che vi siete detto? E chi ha fatto il miracolo?

Gg – Uggesù! Allora tu vaie a’ chiesa a perde tiempe? ’Nn’a ditte ’u prevete: “perdonate chi vi ha fatto del male e volgete l’altra pacca” …E i’ l’aggie perdonato.
SR – Da volgere sarebbe l’altra guancia, ma comunque si da’ il caso che sei stato tu a fargli del male, quindi doveva essere lui a perdonare te.

Gg – E mo’ te miette a guarda’ ’u capille? È pe’ fa accussì ch’avite perze l’elezioni.
SR – Va bene, va bene. Comunque l’importante è che pace è fatta.

Gg – Era fatta. “Era”..!
SR – Ma come era? Te si’ appeccecate n’ata vota?

Gg – Essì! Ma comme, dich’io… I’ m’avvicine, te dongh’a mana, te offre pure ’u ccafè, parle male ’i ll’assessore ca nun puoi vede’ …e tu mi fai chesta cattiveria? Che schifo!
SR – E che ti ha fatto? Non ha accettato il tuo atto di pace?

Gg – No no, ’u fatt’i cheste, m’ha pure abbracciato… Cheste no!
SR – E allora?

Gg – È che mentre me ne steve ienne, so’ turnate arrete e ci aggie dimandate ’nu piccule favore…
SR – Ah, ecco qua! …Era una pace interessata! Volevo ben dire!

Gg – Pecché? …scarica’ ’nu muntone ’i merd’ ’i gallina ’nda curteglia soia, che favore è? A isse che ce custava?
SR – Ma come, tu tieni il giardino tuo… la merda te la levi tu e la meni a lui? Che pretese sono queste?

Gg – ’A merda ’ndu ciardine mie? E che, io me tengh’ chella puzza? Ma va’ va’!
SR – Incredibile! E allora?

Gg – E allora… m’ha cercate i sorde pe’ scarica’ ’a merda! ’I che chiaveche ’i gente trattascopo!! Cca ’nderra non ce sta chiù religgione!

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.