Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

l-02 g-03 scotti-d-bis 37 corrida15 silverio-mazzella

Caccia grossa per cacciatori piccoli piccoli

Condividi questo articolo

by Sang’ ’i Retunne
Pinocchio by Jacovitti

 

Giggino –  Caro mio, è fernuta ’a cuccagna. Avit’a  ietta’ ’u sang’. ’I cose cca mo’ so’ cagnate.
Sang’ ’i Retunne – Giggi’, ma cu’ chi ci’allaie? E’ mai possibile che so’ quatt’anni che  minacci una continuazione? E stai sempre in guerra?

Gg – E pe’ forza!  Primma m’avite fatta ’a ’uerra  a me?  E mo’ tocc’a vuie.
SR – A nuie chi?

Gg – A voi affamautorizzati del popolo cafone. Finalmente è arrivato chi ve spezz’all’osse.
SR – Io non ho affamato proprio nessuno. Mi sono sempre fatto solo i fatti miei.

Gg – He ditte niente? E vuie accussì ci’avite arruinàte. I cazzi tuoi erano autorizzati e te li sei fatti per bene. I miei erano abbusivi. Mo’ però, abbasta accussì.
SR – Cosa abbasta? Di cosa stai parlando?

Gg – Tanto per cominciare della caccia! È fernuta ’a storia caro mio: niente a me e nient’a te.
SR – A sì?

Gg – E ciertamente. Ccà ogni anno nun se capisce niente. Verdi, verdi scagnati, gialli, azzurri, sole ca rire, sole ca chiagne, diversamente cacciatori… tutta ’n’ammuina e tutti amici tuoi…. Mo’ basta! Che schifo è questo? Questi vanno tutti a caccia alla faccia nostra. Te pare giusto?
SR – Ma che dici, i Verdi vanno a caccia?

Gg – Sì sì, a caccia di… di cacciatori.
SR – Ah! E come pensate di non farli venire?

Gg – E’ facile. Vietando la caccia. Niente caccia, niente cacciatori  e perciò, niente cacciatori dei cacciatori. Niente Verdi.
SR – Giggi’, ma che cazzo dici?

Gg – Sei preoccupato eh? ’Uagliò è finita! A Ponza non si potrà più sparare ’u cervo, ’u cinghiale, ’u bufalo e manc’ ’u condor… La caccia è chiusa.
SR – ’U cervo? A Ponza?

Gg – Essì! Addo’ sino’, in Svizzera?
SR –  E quindi, secondo te, con questo “grande divieto” gli amici miei non verrebbero più?

Gg – E ciertamente, se la caccia è chiusa perché dovrebbero venire? Pe’ vede’ quant’ si’ bello?
SR – Scusami Giggì, ma a me nun me pare ’na cosa fatta bbona. E gli altri animali?

Gg – E mica ponno veni’ pe’ quatt’aucielle spellecchiate che gli facciamo una grazia a spararli? Noi li spariamo per non farli soffrire: la vita è troppo dura per loro.
SR – Quatt’aucielli?  Giggi’, ma a te ‘sti ccose chi te le dice?

Gg – Uggiesù! Uno che è meglio ’i te  e che  non ha studiato pecché è nato ’mparato: è ’na massima potenza. Capisce sul’ Iss’ e cummanne tutt’ Iss’: ’nderra, ’ncielo e in ogni luogo.
SR – ’Nu Dio!  …Ma almeno è cacciatore?

Gg – Azz! no? È ’nu grande cacciatore di allocchi. Nisciuno è meglio ’i Iss’. Quando esce “a caccia” accumenci’a spara’ tant’i chilli cazzate che ogni vota  fa ’na strage ’i aucielluòttule.

1. Venerdì pesce

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.