Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

a1-12a k2-30 50 33 250px-uv-map Colonie di Astroides calycularis

Lettera di Carmela Argiero

Condividi questo articolo

di Carmela Argiero

ogni volta che torno a Ponza il cuore batte tun tun, ma…

Cari amici di Ponza devo fare alcune proteste: come mai l’isola è così lasciata andare? Vogliamo parlare dei marciapiedi rotti e pericolosi, tipo a S. Antonio, con radici che si sollevono e buchi da tutte le parti; se una persona cade chi ne risponde? …E poi degli escrementi dei cani? …che da Chiaia di Luna a S. Antonio è un continuo, con il rischio di andarci sopra. Così a giugno la sera venendo dalle Forna a Ponza ci toccava guardare per terra invece di ammirare il cielo pieno di stelle! I miei amici brianzoli mi chiedevono come è possibile tutto ciò? Io penso che i proprietari di cani si devono munire di palette e carta; chi sporca deve pulire come si fa in tutti i paesi, basta poco. Siete daccordo?

La festa di S. Silverio mi è piaciuta tanto! Mi vengono in mente i ricordi d’infanzia: io in prima fila alla processione con le suore…

Un affettuoso abbraccio a tutti gli amici ponzesi


Carmela Argiero

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.