Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

2009-07-21_18-51-35 sn q-01 50 58 galite-sud

La stampa locale sul rinvio a giudizio del Sindaco

Condividi questo articolo

a cura della Redazione
Ponza-centrale-fumi

 

La stampa locale già nella giornata di ieri (sul ‘Il Messagero on-line, ediz di Latina, di ieri: leggi qui) e in edizione cartacea e on-line questa mattina, ha riportato la notizia del rinvio a giudizio – per il prossimo 17 novembre – del Sindaco e del vice Sindaco di Ponza, nonché di tre amministratori della SEP (Società Elettrica Ponzese), per aver violato le norme ambientali con l’accensione della centrale di Giancos da novembre 2012 ad aprile 2013, dopo quindi il termine ultimo concesso per la sua accensione fissato al 14 dicembre 2011.

Per il Sindaco e Vicesindaco viene anche ipotizzato il reato di omissione di atti d’ufficio per il ritardo relativo all’indizione della gara per realizzare la nuova centrale elettrica (leggi nel file .pdf in fondo al presente articolo, da “Il Messaggero” di oggi, 12 marzo, su “Il Giornale di Latina” e su “Latina Oggi” file .pdf).

Vigorelli ha inviato alla stampa una sua nota in cui rigetta le accuse e sottolinea che il bando di gara per la nuova centrale è stato varato a fine 2014 e la fase di aggiudicazione è in corso e che l’operato del sindaco e vicesindaco hanno impedito a Ponza di restare al buio nei mesi estivi (leggi tutto l’articolo da “Il Gazzettino del Golfo di Gaeta”)

Questo in estrema sintesi la notizia come riportata dalla stampa; sostanzialmente negli stessi termini anche da altre testate.
Avremo modo nel prosieguo di  proporre ulteriori notizie e approfondimento dei fatti.

 

Da “Il Messaggero” di oggi: Messaggero – 12 marzo

La notizia ne “Il Giornale di Latina”: Rinvio a giudizio. Da il Giornale di Latina

L’articolo de “Il Gazzettino del Golfo” (di Gaeta): IlgazzettinodelGolfo.it. Ponza.Vigorelli

Da “Latina Oggi”: Latina Oggi.12.03.2015 pag.29

 

Ponza-carabinieri-alla-centrale-di-giancos

 

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.