Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

v4-8a ss04 30 79 la-galite-2009 sl372216

Informazioni di base sulle droghe d’abuso (1)

Condividi questo articolo

di Sandro Russo

 

Si sono tenuti come da programma – il 2 e 3 Aprile u.s. – i due incontri con i ragazzi dell’I.T.C. Carlo Pisacane di Ponza e con i loro professori.

L’affluenza e l’interesse sono sembrati alti. Il gradimento, gli stimoli proposti e gli interrogativi suscitati potranno essere valutati meglio ‘a posteriori’, dai commenti chi arriveranno al sito durante la presente riproposizione del tema. Ciò verrà fatto con le stesse diapositive utilizzate per l’incontro e in più puntate, per la vastità dell’argomento.

 

Note

1. Per la Scuola, l’Evento è stato organizzato dalla prof.ssa Ennia Mazzella in collaborazione con la Redazione del sito Ponzaracconta.

2. L’Autore – medico internista, anestesista–rianimatore e tossicologo, già Ricercatore dell’Università degli Studi di Roma – è stato Aiuto-Dirigente del Centro Antiveleni del Policlinico Umberto 1° di Roma fino al 2009.

 

La diffusione delle droghe d’abuso tra i giovani

Un allarme costante nella nostra Società riguarda la diffusione delle  droghe d’abuso tra i giovani e i teenagers.

Numerose ricerche hanno dimostrato essere l’alcool, per entità di diffusione, l’insidia maggiore, rispetto alle altre sostanze a cui, peraltro, esso quasi costantemente si associa; contemporaneamente si assiste ad una scarsa propensione a considerarlo un problema, da parte della famiglia e degli educatori.

Da indagini compiute (Università Vita-Salute S. Raffaele, Milano; 2003) tra i giovani delle scuole medie superiori attraverso la somministrazione di un questionario anonimo, risulta che la diffusione delle droghe d’abuso tra i giovani tra i 14  e i 19 aa. é intorno al 42 % (su 2362 soggetti considerati); la quasi totalità del campione positivo fa uso di  cannabinoidi  (94 %) cui vengono associate altre droghe (la cocaina, nel 14 % dei casi; droghe sintetiche tipo extasy, nel 10%). Se si considera nella stessa casistica l’alcool, i giovani che hanno ammesso un abuso salgono all’82 %; il 61 % di essi si è ubriacato recentemente.

L’uso di ‘droghe’, genericamente intese, avviene di solito ‘in compagnia di amici’; è quindi per la maggior parte un’attività di socializzazione. Inoltre la frequenza di circa 9 volte al mese corrisponde pressappoco al numero dei giorni di week-end; da cui si può ipotizzare un uso per lo più ‘ricreazionale’ di esse.

Generalità e sostanze trattate

Si può ben dire che il problema ‘droghe d’abuso’ ha interessato la società occidentale, a partire dalla seconda metà del secolo scorso, in forma esplosiva; il fenomeno era sporadico e  circoscritte a sparute avanguardie culturali fino alla II Guerra Mondiale, mentre ha assunto una diffusione massiva nell’intero mondo occidentale in relazione al maggior benessere, ai rivolgimenti sociali, alla globalizzazione dei consumi e dei comportamenti.

Omettendo le radici storiche (mistico-religiose) del fenomeno ‘droga’ – di cui pure si parlerà nel corso delle presente trattazione –  le tappe recenti possono essere così sintetizzate:

  • Primi del ‘900: la rivoluzione industriale;
  • L’uso bellico (eroina + cocaina);
  • La diffusione delle droghe d’abuso nelle ‘società del benessere’ (Stati Uniti à Europa); il movimento hippie e la diffusione degli allucinogeni (soprattutto LSD) e della cannabis;
  • In Italia anni ’70: diffusione delle amfetamine, da prescrizione medica; inizio e incremento della diffusione dell’eroina;
  • Fine anni ’80: comparsa dell’“ice” (d-metil-amfetamina cloridrato) in cristalli da fumare insieme al tabacco di sigaretta;
  • Anni ’90: diffusione delle ‘droghe da discoteca’ (associazione di  sostanze psicoattive, sia stimolanti che allucinogene: la ‘famiglia’ delle extasy);
  • Allargamento del mercato della cocaina, dall’uso elitario al consumo diffuso; l’introduzione del crack;
  • Comportamenti emergenti; nuovi impieghi delle vecchie droghe; stabilizzazione dell’uso dei cannabinoidi; le nuove droghe;
  • L’alcool: tossicodipendenza diffusa e in parte misconosciuta attraverso tutti i periodi sopramenzionati; ulteriore e recente diffusione tra i giovani…

Presenteremo nella prossima puntata una classificazione complessiva delle droghe d’abuso, in relazione ai loro effetti sul SNC (Sistema Nervoso Centrale)…

Sandro Russo

 

[Informazioni di base sulle droghe d’abuso (1) – Continua]

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.