Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

2009-07-21_18-54-42 e-13 77 la-spiaggia sl372206 sl372213

Il confino fascista. Ci scrive l’autrice

Condividi questo articolo


In relazione alla presentazione su ponzaracconta del recente libro di Camilla Poesio, recensito da Silverio Lamonica – leggi qui –  l’Autrice scrive al ‘nostro’ Silverio. 

Con l’autorizzazione del destinatario, volentieri pubblichiamo la sua lettera.

La Redazione fa sua la proposta della signora Poesio e Le chiede di mantenere i contatti per rendere possibile l’iniziativa nella prossima primavera

 

Caro Lamonica,

La ringrazio molto della sua recensione e di avermela segnalata. Mi fa molto piacere che il libro sia piaciuto e che quanto ho scritto trovi conferma anche in chi, come Lei, conosce bene Ponza, isola che fu di confino.

Sto presentando il libro in giro per l’Italia (a Roma 2 volte, a Firenze dove abito, a Venezia, forse Padova), ma sarebbe molto bello poterlo portare a Ponza dove peraltro sono stata a giugno per pochi giorni. Chiedendo in giro, sono arrivata a conoscere uno dei pochi testimoni dell’isola, Costantino Vitiello, che però non ha saputo dirmi molto sui confinati perché ha sempre vissuto a Le Forna. È stato comunque un incontro indimenticabile. La figlia, Anna Balzano, mi ha detto che il fratello Sandro (che vive a Milano) si è in parte occupato anche di confino.

Sarebbe bello poter organizzare una presentazione lì a Ponza in primavera, con le scuole magari, chiedendo la partecipazione di Sandro Vitiello, Silverio Corvisieri e naturalmente Sua, che ha apprezzato il mio lavoro.

 

Intanto le mando i miei auguri di Natale e di buon anno.

Un caro saluto,

Camilla Poesio

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.