Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

h-29 28-07-2005-0-18-52_0001 s1-22 s1-23 m2-8 Ritrovamento della parte muraria del vecchio porto romano

Libri: “Mamma Odile – La lericina e i venti spezzini della spedizione di Sapri”

Condividi questo articolo

La spedizione di Pisacane raccontata da un giornalista ligure

segnalato da Silverio Lamonica

 

Il giornalista ligure, Riccardo Bonvicini, di recente ha pubblicato un libro sulla spedizione di Carlo Pisacane.

L’opera ha come protagonista una nobile decaduta, la marchesa Odile Botti Poggi, madre di Gaetano Poggi, di Lerici, che prese parte alla sfortunata spedizione, assieme ad altri cinque lericini e a molti altri patrioti di La Spezia.

La Marchesa Botti Poggi entra in azione subito dopo il fallimento dell’impresa, raccogliendo fondi per assicurare un buon collegio di difesa per i liguri detenuti e per procurare  ad essi un vitto e condizioni più decenti, per quel che era possibile, durante la detenzione.

Ma la Marchesa riuscì anche a comprare la complicità di qualche secondino, mettendo in contatto epistolare i detenuti con le rispettive famiglie e lo stesso Nicotera con la fidanzata, tanto che nelle sue lettere il braccio destro di Pisacane la chiamava “mamma”. Da qui il titolo “Mamma Odile – La lericina e i venti spezzini della spedizione di Sapri”.

Nel breve capitolo che riguarda Ponza, “L’assalto al carcere”, l’autore si sofferma sulla cattura del maggiore Astorino e sull’uccisione dell’ufficiale borbonico Cesare Balzamo.

In conclusione, un saggio storico molto interessante, che mette nel giusto risalto il ruolo femminile durante il Risorgimento Italiano, a torto relegato in secondo piano.

Silverio Lamonica

 

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.