Attualità

Vaccinazione anti Covid-19 a Ponza

di Gennaro Di Fazio

Lunedì 1 e martedì 2 marzo, dalle ore 08:00 alla ore 20:00, presso il Poliambulatorio di Ponza, saranno effettuate le vaccinazioni contro il COVID 19 per le seguenti categorie:

Ultra-ottantenni – Dializzati – Trapiantati – Personale Sanitario + Farmacisti

La raccolta delle adesioni sarà effettuata da domani lunedì 22  a giovedì 25 febbraio tramite  la piattaforma informatica https://covid19.ausl.latina.it/covid19

Per la registrazione delle prenotazioni per l’isola di Ponza, gli utenti creati sono due:

ponza1 (per le prenotazioni dell’1 marzo) e ponza2 (per le prenotazioni del 2 marzo).

La password iniziale per tutti gli utenti è 12345678, al primo accesso verrà richiesta l’impostazione di una nuova password. In allegato si troveranno anche le note di utilizzo.

Per ogni informazione e/o difficoltà a riguardo, si potrà far riferimento al personale amministrativo del Poliambulatorio e ai propri Medici di base.

SI PREGA DI FARE PASSAPAROLA.

Grazie a tutti per la collaborazione.

P.S.
Per la registrazione delle prenotazioni per l’isola di Ventotene si deve utilizzare l’utente ventotene

7 Comments

7 Comments

  1. vincenzo

    22 Febbraio 2021 at 17:51

    La tensione sale alle stelle a Ponza. Sembra che ci siano dei nuovi casi. Non facciamo numeri ma c’è un continuo chiacchiericcio tra cittadini. Ci si chiede se tutto è sotto controllo, circoscritto? Un amico medico mi dice che la situazione è fuori controllo. Scrivo questo per essere rassicurato che al contrario la situazione è sotto controllo da parte delle autorità sanitarie e politiche dell’isola. Intanto i cittadini discutono anche di vaccinazione inventandosi anche autorganizzazioni. Questo è un esempio.
    https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=3657630320959454&id=100001375659652

  2. silverio lamonica1

    22 Febbraio 2021 at 18:30

    Consideriamo che nelle isole partenopee la vaccinazione anti covid è già iniziata da tempo, ma a Ponza solo fra sette giorni. Inoltre mi risulta che la situazione sanitaria sta peggiorando, tanto è vero che le 2 sezioni della Scuola dell’Infanzia di Le Forna sono state temporaneamente chiuse (notizia di poco fa). Inoltre nella stessa frazione i casi covid sono in forte aumento.
    Non solo, ma mi risulta che altre categorie di cittadini residenti a Ponza come gli insegnanti e le forze dell’ordine devono recarsi a Terracina o Formia per ottenere tale sacrosanto diritto, con un grave dispendio di tempo e di denaro (mi aspetto una smentita).
    Da ex amministratore dico a chi attualmente amministra Ponza: fatevi sentire in sede regionale. Un’isola come Ponza non può essere trattata così! So bene che gli amministratori comunali sono figure istituzionali e come tali non possono mettersi a fare i “rivoluzionari”, ma so anche che essi hanno il diritto e soprattutto il dovere di far sentire in maniera vibrata la propria voce a chi di dovere, nell’interesse degli amministrati.
    Termino infine questo mio commento proponendo un file molto illuminante che riguarda le isole greche.

    https://www.idealista.it/news/vacanze/mete-turistiche/2021/02/19/152867-la-grecia-vuole-puntare-sulle-isole-covid-free-per-rilanciare-il-turismo

  3. vincenzo

    23 Febbraio 2021 at 08:53

    Annuncio preso dalla pagina de “La casa dei ponzesi”

    VACCINI COVID SULL’SOLA DI PONZA: MODALITÀ E CATEGORIE AMMESSE

    L’Amministrazione comunale si è attivata presso gli organi competenti ed è lieta di comunicare che dall’1 marzo saranno effettuati i vaccini anti covid anche sull’isola di Ponza per tutti i cittadini appartenenti alle seguenti categorie:
    – OVER 80
    – DIALIZZATI
    – TRAPIANTATI RENALI
    – PERSONALE SANITARIO (non ancora vaccinato)
    – FARMACISTI (non ancora vaccinati)

    Le vaccinazioni saranno effettuate nei giorni 1 e 2 marzo

    A questo annuncio sono seguiti molti commenti.

    Troppo complicato: gli anziani non usano il computer.
    Qualcun altro dice che non si riesce comunque a fare le prenotazioni.
    Altri dicono: per gli anziani allettati come si fa?
    Io dico: quanti nonni ci sono a Ponza? I 3 medici di base lo sapranno? Tra l’altro dovrebbero conoscere dei loro assistiti anche tutte le patologie.
    Non potevano questi medici organizzare la vaccinazione a domicilio, munendosi di vaccino, recandosi nelle case dei loro rispettivi vecchietti per poterli vaccinare? Questo è difficile? Non segue la prassi? Meglio le file di vecchietti e familiari ammassati davanti al Poliambulatorio?!

  4. vincenzo

    24 Febbraio 2021 at 10:29

    Nessuno ha risposto per cui ripropongo il quesito in altri termini.
    Gli anziani ultra ottantenni con scarsa o nulla mobilità hanno il diritto a vaccinarsi? Mi sembra ovvio che abbiano diritto; allora chiedo alle autorità politiche e sanitaria dell’isola di organizzare il servizio di vaccinazione a domicilio.

  5. silverio lamonica1

    24 Febbraio 2021 at 17:17

    Il bollettino di oggi, 24 febbraio, riporta ben 10 NUOVI CASI DI COVID 19 A PONZA

    E’ superfluo l’invito alla massima prudenza.

    Nel contempo non posso fare a meno di sottolineare che il “protocollo” preparato dalla Regione Lazio per Ponza non è adeguato, se prevede che i cittadini ponzesi, al di sotto degli 80 anni (salvo poche categorie) devono recarsi a Terracina o Formia per vaccinarsi. Sappiamo tutti che il virus a Ponza è stato importato, involontariamente è logico. Però costringere tutti i cittadini al di sotto degli 80 anni (CIRCA 2.000!) a recarsi in massa a Terracina o Formia per vaccinarsi, in queste condizioni, lo trovo non solo fuori luogo, ma pazzesco.

    Allego il file del Bollettino Provinciale

  6. vincenzo

    24 Febbraio 2021 at 17:54

    Caro Gennaro Di Fazio, è vero quello che dice Silverio Lamonica e cioè che gli uomini e le donne di Ponza sotto gli 80 anni devono recarsi a Formia o Terracina per vaccinarsi?

È necessario effettuare il Login per commentare: Login

Leave a Reply

To Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: