Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

d-05 foto-02 scotti-e-bis 114 la-spiaggia Spugne e astroides si contengono lo spazio

Una foto racconta (3). Contrasti

a cura della Redazione

 

Una foto può essere un contenitore di ricordi, emozioni, momenti di vita.
Ne hai, da condividere con noi?
Per come fare leggi “Raccontalo con una foto

 

Arriva il primo contributo da “fuori”, vale a dire da una persona che non vive abitualmente a Ponza. Il che non può che farci piacere.
Si tratta di due foto inviateci da Lia Cosenza, figlia di una ponzese, Antonella Silvestri. E proprio la madre  è stata a dirle del sito che da allora segue sempre. Fin da piccola viene a Ponza, d’estate, in un periodo tra luglio ed agosto: un’ occasione unica, da qualche anno, per scattare foto stimolata dalle bellezze dell’isola,  che spera di poter visitare anche d’inverno.

Ci presenta due foto
La prima

Ponza a colori

La seconda

Un istante per pensare

Incuriositi dal forte contrasto tra le due immagini le abbiamo chiesto di dirci qualcosa in più e come le è nata la passione per la fotografia.
Ecco il suo racconto.

La passione per la fotografia penso nasca dall’esigenza di evadere dai rigidi formalismi cui sono tenuta per il percorso professionale che ho scelto: ho concluso gli studi di Giurisprudenza e sono in attesa dell’esame di abilitazione alla professione di avvocato.

Scattare le foto mi consente di sentirmi libera da ogni schema e dare un taglio personale a quello che mi circonda. Ho scelto volutamente due scatti così in contrasto tra loro perché penso possano rappresentare l’isola: da un lato la moltitudine delle case, i colori accesi, tutti diversi tra loro che riportano alla mente la Ponza estiva piena di persone affascinate dalla frenesia dell’isola. Dall’altro invece, al centro della foto in bianco e nero si scorge una persona, da sola in compagnia della quiete del mare, è la Ponza che lascia spazio ai pensieri, alle riflessioni di chi rimane sull’isola anche d’inverno e ha la possibilità di godere di questo immenso silenzio fino alla nuova stagione.

Ringraziamo Lia per la sua testimonianza, speriamo di avere altri contributi fotografici e le facciamo i migliori auguri per la professione che sta intraprendendo.

 

 

Devi essere collegato per poter inserire un commento.