Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

g-01 v4-13a 12 veduta-spiaggia-con-barche Spugne e astroides si contengono lo spazio Una giovane cernia bruna: Epinephelus marginatus

Comitato di Quartiere Samip 2012. Oggetto: il dissalatore per Ponza

Condividi questo articolo

riceviamo in Redazione e pubblichiamo

.

  • Al Presidente Regione Lazio Nicola Zingaretti
    – Al Sindaco del Comune di Ponza Franco Ferraiuolo
    – Al Consigliere Mimma Califano – Delegata del Sindaco

Oggetto: il dissalatore per Ponza

Il comitato di Quartiere SAMIP 2012

Visto che è intenzione costruire un dissalatore per Ponza, per il quale sono stati espressi forti dubbi sulla sua localizzazione all’interno dell’isola, oltre che sulle sue prestazioni che non sembrano essere delle migliori, come è successo nel caso di Ventotene dove esso funziona da un paio d’anni;

PROPONE

di istallare detto impianto a bordo di una nave.

Da questa con navi-cisterna si può caricare l’acqua e trasportarla nei luoghi deputati.

Questa soluzione comporterebbe di preparare una nave cisterna in un porto adatto per allestirla alle nuove esigenze:
mettere gli impianti di dissalazione in una stiva disposta allo scopo; creare i tank per il combustibile che serve per l’esercizio e che può essere lo stesso della motorizzazione presente o anche altro.
Predisporre gli spazi di stoccaggio delle scorie. Predisporre le tubazioni adatte al deposito dell’acqua trattata e al trasbordo sulle navi-cisterne. Creare i locali che servono all’esercizio dell’impianto: apparecchi di analisi, di controllo e altro.
Allestire il locale per il personale disposto all’esercizio dell’impianto: sala ristorante, dormitorio, sala lettura, di riprese etc. etc. personale che può essere in collegamento o indipendente da quelli esistenti e delegati alla motorizzazione e navigazione della nave.

Detta nave si muoverebbe in tutta autonomia in posti diversi secondo le esigenze e tenendo anche conto delle condizioni meteo-marine.

I vantaggi della sua locazione sarebbero molto evidenti: in primo luogo il fatto che gli scarti della lavorazione non avverrebbero nello stesso posto con danneggiamento della flora e della fauna marina ma finirebbero continuamente in luoghi diversi; inoltre provvederebbe al proprio fabbisogno di carburante recandosi all’occorrenza nei punti deputati, dove provvederebbe a smaltire anche le scorie. Anche l’approvvigionamento delle derrate per i fabbisogni del suo equipaggio andrebbe fatto nei porti adeguati.

Ponza 04 Gennaio 2019

Il Presidente
Ing Aniello Aprea

Nota della Redazione
la proposta era stata presentata al sindaco già con la lettera del 19/11/2018 (leggi qui); questa, con ulteriori precisazioni, è indirizzata al Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, al Sindaco Franco Ferraiuolo ed all’assessore Mimma Calfiano

Condividi questo articolo

3 commenti per Comitato di Quartiere Samip 2012. Oggetto: il dissalatore per Ponza

  • Sandro Russo

    Non so e la domanda è troppo ingenua e c’è una spiegazione banale; pure l’altra volta ci avevo pensato…
    Che significa? Che al costo del dissalatore bisogna aggiungere quello di un’intera nave e/o della sua manutenzione / locazione?

  • Biagio Vitiello

    Buongiorno,
    questa notte, a tardissima ora, ho incontrato Sang’ ’i Retunne che veniva dalla riunione del Comitato Samip… Mi ha detto che non si fa vedere tanto in giro per timore che qualche “paliata” la scaglia anche lui.
    Poi gli ho chiesto come mai la riunione del Comitato Samip si faceva a quell’ora.
    Mi ha risposto che il Presidente del Comitato non poteva dormire se prima non faceva… “la letterina alla Befana”.
    Gli ho chiesto ancora: – Ma chi era presente alla riunione?
    Mi ha risposto che erano solo lui e il Presidente.
    Chest’é..!

  • arturogallia

    Mi sembra sia un po’ presto per i pesci d’aprile.

Devi essere collegato per poter inserire un commento.