Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0024-024 d-01 50 83 99 Camera principale delle grotte di Pilato

Senza troppo rumore, in punta di piedi…

Condividi questo articolo

di Domenico Musco

.

Summith – il ragazzo singalese che da anni sta a Ponza e lavora con me – mi dice di andare domenica 2 dicembre al Poliambulatorio perché c’è un check-up medico gratis per tutti i ponzesi.
Mi cambio e vado; dal momento che ho già scavallato la collina della mezza età e sono “per la discesa”, ho pensato che un piccolo controllo non era male. E poi… pure la comodità… senza ricetta né pagamento ticket… Niente prenotazione, appuntamento attese e file. Non male, sapendo com’è conciata la nostra sanità!
Pensavo, mentre salivo, che ogni tanto lo Stato si ricorda pure dei suoi cittadini che abitano su un’isola sperduta in mezzo al mare… E io che sono sempre il solito, a pensare sempre male..!


Arrivo, dopo una brevissima attesa entro: ci sono i medici di famiglia dott. Vitiello e dott. Feola… mi permetto di chiamarli Isidoro e Biagio: siamo amici da tantissimi anni! Immediatamente, alternandosi tra loro, mi pesano, mi misurano pressione arteriosa e diametro addominale e mi mandano alle stanze vicine dove altri medici venuti dal continente controllano la tiroide e le vene agli arti superiori e inferiori. Alla fine del procedimento danno immediatamente il responso.
Medicina preventiva di altissimo livello!
Ritorno dai medici per chiacchierare un po’ e scopro che tutto è stato organizzato da loro per aiutare la popolazione ponzese.
A parte i complimenti di rito, sono rimasto veramente a bocca aperta! Tutto in silenzio e senza gridare ai quattro venti il lavoro straordinario che stanno facendo, fuori orario e anche di domenica per tutto l’inverno.
Ecco, credo che di questi medici dobbiamo essere orgogliosi noi ponzesi… E io lo sono ancora di più perché sono anche amici!

Per la comunicazione sul sito, del sett. 2018, a cura del dott. Isidoro Feola (con allegati e commento), leggi qui.

 

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.