Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

l-06_0 pdp s1-22 78 80 L'approdo romano presso Cala Inferno

La lunga estate in musica dei giovani pianisti ponzesi

Condividi questo articolo

di Luisa Guarino

Russa Bened al piano

 

Domani, l’11 e il 17 agosto i concerti degli allievi di Elena Kshumanova.

Dopo il bel concerto di giugno, nuovi impegni attendono per agosto i giovanissimi allievi della Scuola musicale di pianoforte con indirizzo classico di Ponza diretta dalla docente russa Elena Kshumanova, al suo sesto anno di attività. Alla recente esibizione di inizio estate, che ha avuto come ospite d’onore il Maestro Francesco Taskayali, hanno partecipato quasi tutti i ragazzi della scuola, che sono una ventina. I loro impegni futuri prevedono al momento altri tre concerti, in programma rispettivamente il 6, 11 e 17 agosto, sempre con Taskayali, nell’ambito del calendario di Ponza Estate 2016, ma non è escluso qualche altro appuntamento extra: le location saranno come di consueto il palco della Caletta e il piazzale della chiesa di Le Forna.

Diplomata in pianoforte, pedagogia musicale e direzione di coro, Elena Kshumanova è approdata a Ponza nel 2002: i primi anni non sono stati semplici,ma la professoressa si è presto ambientata e ha cominciato a dare lezioni con il “metodo russo” del suo Paese. “Un metodo – spiega – molto veloce, con il quale i bambini cominciano a suonare subito: non ci sono esercizi monotoni che li stancano. Il metodo dura sette anni, dopo di che si termina eseguendo un concerto personale per poi conseguire un diploma per andare avanti”.

La professoressa Kshumanova ricorda i suoi primi alunni, tre, e s’intenerisce al pensiero che uno di essi, Fabrizio, ha già 19 anni. Molto più vario per età il gruppo dei suoi allievi attuali, che spaziano dai 5 ai 14 anni. Le più piccole in assoluto sono Emilia La Torraca e Ginevra Marcone. Ma la “scuderia” musicale della Maestra russa comprende anche autentiche perle dalla preparazione quasi matura, che hanno già ottenuto prestigiosi riconoscimenti. Oltre a Andrea Vitiello, che lo scorso anno a Roma si è classificato primo assoluto e vincitore del premio attribuito dal pubblico del concorso internazionale “Insieme al pianoforte”, c’è da registrare la vittoria nel 2014 di Benedetta Amitrano, 8 anni, al 1° concorso internazionale dell’Accademia musicale di Roma. Sulla scia di quell’importante risultato, Benedetta è stata in seguito ospite dello storico programma di Osvaldo Bevilacqua “Sereno Variabile” registrato proprio nella splendida cornice di Ponza. E tale successo è stato bissato anche quest’anno, a maggio e giugno, nella sesta edizione del concorso internazionale dell’Accademia musicale di Roma. A questo punto sognare l’Accademia di Santa Cecilia è una fantastica realtà a portata di mano.

 

in condivisione con Latina Oggi

ndr: nella foto la giovane pianista Russa Bened

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.