Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

i-03-bis i-23 k2-31 l-06 hp0055 Immagini storiche di Ponza

La poltrona del dialetto (6). ‘Ncerca

Condividi questo articolo

di Francesco De Luca untitled

 

Quanti pareri saccenti, maleodoranti di boria, quanti giudizi per il gusto di palesare la propria effimera presenza. In poltrona, nel silenzio di una aerea consistenza, si può ascoltare il proprio breve fiato.

‘Ncerca

Cercalo ind’ u viento

ca mette paura ‘a notte,

dimane, ‘a matenata calma

te darrà cchiù forza mpietto.

E quanno scinne abbasce a piazza

‘a ggente è curiosa, iocheno ‘i cane

e s’ arapeno ‘i ffeneste d’ i palazze.

Guarda vecin’ i scoglie

l’ alega è cchiù verde

e ‘u range s’ annasconne e ‘u scuncillo se sperde.

Na uagliona chiagne pecché è caduta,

va truvanno chi ‘a sustena ind’ a sagliuta.

Piglia curaggio: fallo tu,

dacce na mano, accumpagnala.

P’ a via ‘i lacreme se seccano,

essa addeventa allera

e tu te siente leggiero.

Cercalo, nun fa niente si a vvacante,

nesciuno te po’ fermà si uarde annanze

e doppo ‘i muntagne ce sta ‘a marina

addò l’ acqua accarezza

e ‘u viento d’ a matina

 c’ a refula fresca

suspira: mittete ncerca.

 

(Da A dint’ u scoglio russo – Edizione Isolaitudine – Ponza 2005)

Questa, la versione recitata

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.