Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0047-047 i-36 u-16 v4-9a ponza-cena-in-ristorante-a-sinistra-silverio-sandolo-detto-casciaforte-e-poi-altri-pescatori-ponzesi 68

Uccidere e morire per una grotta

Condividi questo articolo

di Silverio Guarino
Mario Piccolino.1

 

Si rimane senza parole, attoniti e increduli, se è vero ciò che è accaduto: che si possa uccidere e morire per il possesso di una grotta di un’isola. Una grotta contesa dell’isola di Ventotene.

Alla luce di questi avvenimenti, a dir poco incomprensibili, scaturiti dalla interpretazione di un verdetto giusto-ingiusto a seconda dei punti di vista, è prudente che gli azzeccagarbugli coinvolti in queste diatribe da tribunale non si immischino più delle grotte di nessuno.

Verifichino dapprima, proprio se indispensabile, lo stato psichico ed il porto d’armi sia dei clienti assistiti che degli avversari nei processi che riguardino il contenzioso per il possesso di una grotta, dovunque essa sia.

Anche se fosse la grotta azzurra di Capri o la grotta di Pilato a Ponza.

 

Note
– La notizia dell’omicidio dell’avv. Piccolino era stata riportata dal sito il 30 maggio u.s. (leggi qui)

– L’aggiornamento delle indagini dalla stampa nazionale:
“La Repubblica” del 16 giugno 2015
“Temporeale.info” del 17 giugno 2015

Condividi questo articolo

2 commenti per Uccidere e morire per una grotta

Devi essere collegato per poter inserire un commento.