Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

c2-15 i-17 sm-03 cappella-giancos scotti-a-bis corrida20

Il ricordo di una partigiana

Condividi questo articolo

proposto da Paolo Iannuccelli
Tina Boniburini. Bis

 

Tina Boniburini
(Bibbiano, 1922 – 1997)

 

“A volte, quando c’è silenzio, risento tutti i rumori. Il latrare del cane, le loro risate, gli sputi, la porta che si apre e la porta che si chiude, lo sfrigolare del fiammifero, il clic dell’interruttore, il tonfo delle percosse, la radio accesa per nascondere le urla e i pianti.
Mi hanno torturata a Villa Cucchi. Ero una partigiana. Una donna in mano a dei vigliacchi. Ci sono stata 90 giorni. Ore e ore di violenze. Senza pudore. Un dolore senza fine. Ma io non ho parlato.
Ricordatevi di noi quando passate davanti alla Villa per andare a prendere la corriera. Di noi, donne e uomini che hanno detto “No” con il dolore attaccato ai denti delle nostre bocche straziate.
Il vostro ricordo è la loro condanna.
Una condanna che li accompagnerà per sempre.
Una condanna che non si cancella”.

ANPI di Reggio Emilia

Tina Boniburini nel 1945

 

Due pagine in file pdf da M. Storchi: Il sangue dei vincitori, Aliberti, Reggio Emilia 2008: Sulle torture a Villa Cucchi

Villa Cucchi a Reggio Emilia
Villa Cucchi a Reggio Emilia, dopo la Liberazione

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.