Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0026-026 l-04_0 u-38 k1-16a 84 casa-di-vincenzo-darco

Investimenti a bordo dei pescherecci

Condividi questo articolo

segnalato da Erminio Di Nora
Peschereccio con gabbiani

 

Investimenti a bordo dei pescherecci: SOLO 210mila euro per tutti i pescatori del Lazio!
Veramente esigue le risorse rivolte al miglioramento della sicurezza a bordo, all’igiene, alla sostituzione del motore,all’ammodernamento dei pescherecci.
Se solo pensiamo al valore di un motopeschereccio, o semplicemente di un motore, o ancora a un piano di ristrutturazione, ci rendiamo conto che se fossero messi di fronte a una scelta, i pescatori non avrebbero altra via che la demolizione accompagnata dalla liquidazione di un premio.

Fep.2

PESCA, RICCI: AL VIA UN BANDO PER IL MIGLIORAMENTO DEI PESCHERECCI
07/05/14 – “La Regione Lazio ha aperto un nuovo bando pubblico del Fondo Europeo della Pesca, per finanziare progetti di investimento a bordo dei pescherecci”. Lo ha annunciato l’Assessore all’Agricoltura della Regione Lazio, Sonia Ricci.

“Con una dotazione finanziaria di 210mila euro – ha specificato l’Assessore Ricci – saranno ammissibili gli interventi previsti dalla misura 1.3 del FEP 2007/2013, riguardanti il miglioramento degli standard di sicurezza a bordo, delle condizioni di lavoro, dell’igiene, della qualità dei prodotti, dell’efficienza energetica e della selettività, la sostituzione del motore, l’armamento e l’ammodernamento dei pescherecci. Possono presentare le domande di partecipazione i proprietari o gli armatori di imbarcazioni da pesca iscritte nel Registro comunitario della flotta peschereccia e in uno dei Compartimenti marittimi della Regione Lazio”.
Le domande possono essere presentate entro 60 giorni dal giorno successivo alla pubblicazione del bando sul BURL dell’8 maggio 2014.
Per consultare il testo integrale dell’avviso pubblico e la relativa documentazione:
http://www.agricoltura.regione.lazio.it/agriweb/schede_informative_dettaglio.php?id=513&idat=22

Sulla base di questi dati, possiamo mai pensare che esista un vero e proprio piano di sostegno dell’economia ittica?
Io non credo! E Voi?

dott. Erminio Di Nora
www.erminiodinora.com
Responsabile Fondazione Angelo Vassallo Latina

Condividi questo articolo

1 commento per Investimenti a bordo dei pescherecci

  • Il prof. Di Nora sa come vengono trattati i pescatori ma in generale i lavoratori se vogliamo autonomi, perché quelli dipendenti ormai hanno perso tutti i diritti acquisiti, ma gli autonomi quelli che hanno una piccola attività sono vessati da tasse, restrizioni, vincoli e soprattutto sopraffatti da una burocrazia che uccide la redditività del lavoro.

    I nostri pescatori, che non si sono neanche diplomati, si sono dovuti trasformare in ragionieri, in esperti in scienze marittime, in delegati sindacali, in operatori della sicurezza, in dottori in informatica.

    Questa gente, non ha distrutto il mare, come non sono gli individui, i cittadini a distruggere l’ambiente terrestre, marino, e atmosferico. L’effetto serra, il buco dell’ozono, la deforestazione, l’eutrofizzazione sono fenomeni causati da un sistema economico deciso, voluto, sviluppato da una concezione dell’economia di stampo liberista e monetarista.

    Oggi a Ponza, abbiamo assistito a una manifestazione di Marevivo con la presenza del ministro dell’Ambiente. Retorica: “i bambini salveranno il mondo. I bambini respirano fin dalla culla la realtà consumistica preparata per loro da questa economia liberista.
    La scienza ha le conoscenze per salvare il mondo da questa corsa verso la catastrofe, ma è chiaro che interessi economici bloccheranno ancora per molto questa strada veramente utile per le nuove generazioni.

Devi essere collegato per poter inserire un commento.