Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

v4-3 v4-7a v6-2 v3-11a 17 corrida5

Riflessioni di fine estate

Condividi questo articolo

di Vincenzo Ambrosino

Lorella Fabro. Onde di meraviglia

 .

Tutti ci ricordiamo la vigilia di questa estate:

· la crisi economica generale che dava tendenza di decrescita dei flussi turistici;

· collegamenti marittimi pessimi;

· assenza di qualsiasi programmazione turistica commerciale comune;

· cancellati il vecchio PUA e PUOC, nessun strumento legale che garantisse legalità alle attività nautiche;

· i noleggiatori di Le Forna sul piede di guerra;

· il PAI che bloccava il 97% del periplo dell’isola;

· cale e case private che venivano chiuse e altre che potevano essere chiuse;

· Chiaia di Luna chiusa;

· aumento delle tariffe dei taxi;

· guerra tra Amministrazione e Frontone Village;

· proteste dei comitati di Le Forna sull’isolamento politico e commerciale della zona;

· la centrale Elettrica che rischiava di essere chiusa;

· saltati i “ponti” del 2 giugno e di S. Pietro e Paolo;

· imminente arrivo dei Pariolini.

Tutti questi aspetti negativi dovevano seppellire definitivamente l’economia turistica isolana!
Invece parlando oggi con commercianti e operatori economici, gli incassi sono stati superiori a quelli dell’anno scorso.

Questa affermazione è il risultato di chiacchierate con albergatori, noleggiatori, tassisti, gestori di agenzie turistiche e poi constatazioni soggettive.

Sarà stato il bel tempo che ha prolungato la permanenza a Ponza?
Sarà stato la pubblicità fatta dall’amministrazione e l’organizzazione degli eventi “Estate a Ponza”?
Oppure – come io credo – quest’isola è miracolata e sostiene da sola, con le sue bellezze naturali, tutte le mancanze strutturali e organizzative che invece dipendono da noi?

Ma gli incassi estivi sono solo un aspetto per analizzare una realtà economica-sociale e umana che invece ha bisogno di tutt’altre riflessioni

Meglio riflettere “con la pancia piena” si dice, ma la riflessione di come dare continuità a questa comunità, d’estate e d’inverno, va fatta al più presto e deve coinvolgere tutti.

Abbiamo un altro lungo inverno per dare risposte politiche-organizzative all’altezza delle prospettive di sviluppo sociale ed economico che questa comunità e quest’isola meritano.

 

(*) – Immagine di Lorella Fabro. “Onde di meraviglia”

 

 

 

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.