Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

paolo-02 u-13 k2-15 11 recupero-del-nassone polverini

La memoria in una foto

Condividi questo articolo

di Annamaria Usai 

Foto di gruppo. Scuola Avviamento. Anno 1962-63

.

Il 26 giugno scorso abbiamo pubblicato un pezzo di Lino Catello Pagano dal titolo “Ricordi di scuola” (leggi qui)

Nella circostanza era stata inserita la bella foto inviataci da Lino, che riproponiamo, ritraente gli alunni della scuola di avviamento dell’anno scolastico 1962-63.
A margine dell’articolo chiedevamo a coloro che in quegli anni frequentavano quella scuola, di cercare di riconoscere se stessi e, per quanto possibile, i propri compagni.

Poco dopo, Anna Maria Usai e Franco Zecca, amici e collaboratori del sito, ci hanno fatto avere un elenco con i nomi di quelle compagne e di quei compagni. La maggior parte di essi.
Non sono tutti ma ce ne sono tanti.

Anna Maria, cui facciamo i complimenti per la bella memoria, in alcuni casi fa seguire ai nomi i soprannomi, pratica molto efficace per una immediata individuazione dei soggetti, per altri ci dà qualche notizia della vita futura, come i matrimoni tra Giovanna ed Andrea Mazzella, tra Maria Vitiello e Raffaele Abbenante, tra Maria ed Emiliano Morlè; di altri ancora ci dice dei traguardi raggiunti, come per Di Meglio Pompeo e Conte Salvatore, che per fare fortuna scelsero la strada dell’emigrazione.

Molte persone, tra quelle ricordate da Anna Maria e Franco, le conosciamo; vivono a Ponza, sono nostre amiche e nostri amici, con vite in molti casi coronate da grandi successi professionali.
La Redazione

Nota – Cliccare sulle foto per ingrandirle

 

La memoria in una foto
di Anna Maria Usai

– E comme, nun me ricorde!? …E chi s’ ‘i pò scurda’?

avviamento anno scolastico 1962-1963 - gruppo femminile
Comincio con il reparto femminile.
Partendo da sinistra e dalla prima fila in alto troviamo: con gli occhiali Rosalba Scarpati; con la testa inclinata Maria Assunta Feola; accanto proseguendo Maria Vitiello (attuale moglie di Raffaele Abbenante che troveremo più avanti); a seguire, sorridente, l’insegnante di Economia Domestica e poi la sig.ra Enza (di cui mi sfugge il nome), insegnante di matematica.

Appena più giù, in seconda fila, sempre da sinistra verso destra:
Ornella Conte, Lucia Marcone, Carmelina Argiero (Carmen), Serafina Vilella e a fianco, in abito bianco, l’insegnante di “Pratica”, Laura Pernigoni.

Scendendo, in terza fila: Rosina Costanzo (Rusinella), Pina Colella, Olimpia Iacono, la ragazza subito dopo è di Santa Maria, ma non ne ricordo il nome; poi c’è Silvia Vitiello (sorella del dr. Biagio); Vera (di cui non ricordo il cognome, ma la mamma è una Galano), Pompea Romano (la ragazza che si vede appena), nostra cugina di secondo grado, nipote di zia Restituta, delle Forna “’i abbascie ‘u camp’”, Rita Vecchione e Dirce Mazzella.

La fila successiva, scendendo, è formata da cinque alunne: Anna Vitiello, la ragazza bionda con i capelli ondulati, figlioccia di nostra zia Olga; a fianco una ragazza di cui ricordo solo il cognome, Amalfitano, che oggi vive negli Stati Uniti; la terza è Maria Civita Coppa, figlia di Adalgiso; poi veniamo io e Maria Migliaccio, figlia di Giulio del “Bar Panoramica”.

Infine nella prima fila in basso: Maria, futura moglie di Morlé Emiliano (che vedremo più avanti e che ha un negozio di scarpe in corso Pisacane); a seguire Giovanna, poi moglie di Andrea Mazzella, Porzio Angelina, Maria Feola (sorella del dr. Isidoro) e Maria Luisa, sorella di Gennarino ‘u prevete.

Molti più nomi nel reparto maschile:

scuola avviamento anno scolastico 1962-1963 particolare

Partendo dall’alto e sempre da sinistra verso destra, troviamo:
il prof. Spinosa, insegnante di “Nautica”; con giacchettino scuro e camicia bianca ccollata c’è Morlé Emiliano, di cui abbiamo già visto la (futura) moglie; poi Colombano di sopra Giancos (oggi negli Stati Uniti); a seguire Franco Di Meglio, prima del prof. Simeone, il più alto di tutti nonché cognato di Serto Nunzio; davanti a lui c’è Cristo Salvatore biondo con la riga dei capelli a sinistra; a seguire Raffaele Abbenante con maglione a “V”; poi viene Vincenzo Costanzo, figlio di Ninì ‘u Matunare; Mazzella Beniamino; Luigi (Gino) Catena, quello che ride; Spigno Domenico, alto con la bocca aperta; poi Gino Di Fazio e Di Meglio Pompeo con maglioncino nero, possidente che vive a New York (pare che abbia un albergo). Ci sono poi il Maestro di Musica prof. Anzalone Giovanni e Don Salvatore Tagliamonte.

In seconda fila, davanti alla prof.ssa Pernigoni, ci sono Salvatore Balzano, ora pittore artista in Le Forna; a fianco, sorridente, Conte Salvatore (attualmente medico diabetologo negli Stati Uniti); a seguire Gaetano Sogliuzzo, Casalino, Tonino Vitiello (fratello di Maria, già citata), Silverio Migliaccio (figlio di Giulio del Bar Panoramica), Antonio Scotti detto Sem (piccolino e con il viso scuro), Enzo Mazzella (Enz’ ‘i Nunziatella, Enros). Poi c’è il prof. Alberto Zeffiro, diventato successivamente cognato di Raffaele Abbenante; appena più giù Gino Mazzella (figlio di Tonino ‘u Maresciall‘; a fianco del prof. Zeffiro c’è Liberato Scotti con la camicia a quadri, poi Silverio Valiante, Giuseppe Scotti (detto “befana”) con accanto Giacomino e, con il maglioncino bianco, Silverio Capone (futuro papà di Antonio, webmaster di Ponza racconta).

avviamento anno scolastcio 1962-1963 particolare

Alla fila successiva riconosco, con gli occhiali, Antonio ‘U Prucedane”; più in là andando verso destra Silverio Scarpati (detto Pelé). A fianco di Silverio c’è Biagio Mazzella, detto Biaggine d’Anghelìtt’, a seguire, al quartultimo posto, Antonio Mazzella, fratello di Pierino.

Passando, infine, alla prima fila in basso, si riconosce Pompeo d”a Pisciazza, a fianco, sull”attenti” e con la giacca abbottonata, c’è Peppino Giannetti; a seguire Gildo Colonna, Ennio Parisi e Lino Catello Pagano (biondo, alto e sorridente). All’estremità della fila, con il maglioncino a rombi, Giuseppe Mazzella (ora avvocato, redattore di Ponza racconta).

Una faticosa ricostruzione, seppure parziale, da una bellissima foto con tanti volti, tanti ricordi e tante storie ancora da raccontare…

 

 

 

 

Condividi questo articolo

1 commento per La memoria in una foto

  • Gennaro Di Fazio

    Volevo aggiungere che la persona che si trova proprio sotto il Prof. Simeone (il più alto di tutti) è Silverio Di Fazio, fratello di Gino e mio cugino, attualmente sacerdote in Florida. La signora Enza, la Prof/ssa di matematica, si chiamava D’Acunto, me la ricordo perché è stata anche la mia insegnante alla prima media.

    Gennaro Di Fazio

Devi essere collegato per poter inserire un commento.