Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

d-05 foto-02 scotti-e-bis 114 la-spiaggia Spugne e astroides si contengono lo spazio

Una canzone per la domenica (123). Ambrogio e il tempo

Proposto dalla Redazione

 

Una gradita sorpresa, qualche giorno fa, è stata trovare su Latina Oggi un trafiletto su Ambrogio Sparagna, sul successo del suo nuovo videoclip “Tempo”, e le parole di apprezzamento del sindaco di Anzio (leggi qui)

Ambrogio Sparagna è una vostra vecchia conoscenza, sia per essere uno dei più importanti musicisti della musica popolare europea, maestro di organetto, nato a Formia, sia per essere stato un’indimenticabile presenza all’edizione del 2017 della festa dell’Immacolata.
Nell’occasione fu magico interprete, nella chiesa della Santissima Trinità, del suo concerto “Dicendo vola vola”, canti in cui il popolo esprime la sua religiosità. Ne scrisse Franco De Luca (leggi qui).

Ma quell’anno fu anche l’occasione della presentazione di “Lascia Stare i Santi”, un video, preparato assieme al regista Gianfranco Pannone, di cui alcune immagini sono dedicate alla tradizionale processione mattutina dei “giuvane dell’Immacolata
Sul sito ne scrivemmo diffusamente come Redazione ma anche attraverso i contributi di Vincenzo Bonifacio, Enzo Di Giovanni. Luisa Guarino e ancora Franco De Luca.

Questo per dire che consideriamo Ambrogio Sparagna molto vicino alla nostra tradizione popolare e un po’ anche di casa.
Non potevamo, quindi, rimanere indifferenti di fronte a questo suo nuovo lavoro. Questa volta da interprete.
Si tratta di una canzone popolare con parole di Andrea Camilleri e musica del maestro Michele Zanoni, estratta dal film “Scherza con i Fanti”, protagonista al Festival di Venezia del 2019 ed al 76° anniversario di quest’anno dello Sbarco di Anzio.

 

 

Tempo 

Il tempo è pesante
come un pezzo di muro
ogni ora come un sasso
ci grava sul cuore
le case non sono più quelle d’una volta
è spento il camino
e tra i mogani le parole d’un giorno
impossibili a ripetersi
ora giacciono inerti

Un tempo per nascere
un tempo per morire
un tempo per pascere
un tempo per dormire
un tempo per pregare
un tempo per godere
un tempo per peccare
un tempo per vedere
un tempo…

Dire parole d’amore
vecchie come le stelle
e dire che così è la vita
che va e che viene

E tutto era perfetto
logica ogni azione
il treno era diretto
vicina la stazione
Ecco strade fiorite
nei romanzi d’amore
tra sussulti del cuore
e bocche illanguidite

Un tempo per nascere
un tempo per morire
un tempo per pascere
un tempo per dormire
un tempo per pregare
un tempo per godere
un tempo per peccare
un tempo per vedere
Un tempo…

E’ l’ora di aprire
tutte le finestre
tutte le porte
abbattere i muri
se occorre per poterci
guardare negli occhi
trovare una parola
una parola nuova

Il video costituisce sempre un valore aggiunto alla canzone; il risultato finale sarà quindi la risultante di musica, parole e immagini.
Qui il regista ha voluto illustrare il tempo con brevi scene, dalla nostra storia e memoria, che mostrano il tempo della ricostruzione dopo la guerra. Prendiamo nota; ma poi nelle parole di Camilleri (autore colto e avvertito), la citazione dall’Ecclesiaste – uno dei più discussi e disincantati testi contenuti nella Bibbia -, sembra dare un avvertimento ulteriore: sull’urgenza di tentare strade nuove, perché tutto potrebbe ripetersi…

Devi essere collegato per poter inserire un commento.