Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

2009-08-11_14-01-48 f-b i-16 k2-23 v4-14a 2397452039_b8d69ab53d

Una canzone per la domenica (21). Vi presento Sebastiano Forti

Condividi questo articolo

di Rinaldo Fiore

.

La canzone della domenica questa settimana è proposta da Rinaldo Fiore. In tutto quello che fa, Rinaldo è un entusiasta, e anche lui (come il musicista che oggi ci presenta) ha la capacità e l’estro di parteciparlo agli altri…
S.R.

Quando mi trovo accanto a persone come Sebastiano Forti, artista eclettico e sassofonista di valore, mi riempio di energia e vado avanti spendendo questa energia di sabato in sabato, giornata d’incontro con lui e con gli amici del coro “Cosmicsband” di Grottaferrata: sono carico e voglio parteciparvi la sua poesia bellissima, che mi ha emozionato perché sua madre è stata anche la mia, la nostra, la madre di tutti noi…

 Da YouTube: “Madre mia” di Sebastiano Forti

.

.

Madre mia mi è servito un figlio per capirti meglio
madre mia hai lasciato il segno non andare via
madre mia, madre mia
un’ampolla magica
matura dentro te, matura dentro me

Madre mia
già di otto figli l’ultima Maria

madre mia sento già le doglie tra l’ipocrisia
madre mia madre mia
la lanterna nella notte
ti aiuterà ti guiderà

Madre mia
lotta contro il mondo
e la gelosia
madre mia morta per salvare la poesia
madre mia madre mia
una roccia fragile
che io raccoglierò
che io raccoglierò
che io raccoglierò
che io raccoglierò…

Come faccio a non emozionarmi! Come posso non pensare a mia madre, a vostra madre, alle madri del mondo che partoriscono senza sapere il perché, stupite di quel miracolo e impaurite di quella pancia così viva e grossa… Molte non credevano che sarebbe accaduto davvero e non hanno retto all’impatto con la realtà; moltissime hanno accettato il miracolo della nascita ed hanno tirato su il figlio come il cuore e l’anima sentivano di dover fare…
La canzone scritta da Sebastiano in onore della madre, narra anche la storia di una donna morta di parto, come tante altre…

Sono emozionato, abbraccerei il mondo, abbraccerei tutte le donne del mondo per quello che ci donano…

Che dire di Sebastiano Forti, un musicista straordinario che trasmette la sua musica con il sassofono e con il clarinetto e con la sua voce come la bolla di sapone che si unisce ad un’altra e a mille altre ancora…
Sono sei volte che incontro Sebastiano e rimango sempre estasiato dall’energia che ci mette nell’indicarci la via per vivere meglio, per dirci la sua poesia. Gli perdono anche che fuma! ed è moltissimo per me…
L’ho conosciuto a Grottaferrata all’Associazione “Alchimia” che aiuta le persone con disagio fisico e psichico a stare con gli altri, ad essere tutti assieme.

Dice Enzo Bosso, musicista di valore, di lasciare aperte le porte, di non chiuderle; ecco Sebastiano apre le porte con il suo sassofono e con i suoi messaggi di cuore: nelle sue parole ho riconosciuto le parole e i sentimenti del mio maestro di Laboratorio teatrale a significare che l’energia del cuore e dell’anima plasma ogni artista ed ognuno che voglia partecipare.
Per parlare di Sebastiano Forti bisogna ascoltare il suo sassofono ed io sono stato fortunato a sentirlo…

Questa la lista completa delle “canzoni” di Sebastiano – ovvero poesie con sottofondo musicale – reperibili su YouTube; ascoltatele, saprete apprezzarle.

Madre mia / I vecchi
Fiore sotterraneo (Lacrima)
In un altro momento
Fettine solitarie
Mantra
Canzoni segrete
Bentornata
L’attimo sfuggente
Amore subalterno
Dichiarazione d’amore
L’unica cosa che credo
Testamento dell’amore

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.