Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

h-19 v3-13a 30-07-2005-19-31-11_0003 cortese 33 Idraulica antica: parte dell'acquedotto

Chiuso per ferie

Condividi questo articolo

by Sang’ ’i Retunne

.

Sang’ ’i Retunne – Giggi’, sono giorni che non ti vedo che hai fatto?
Giggino – Uggesù… e sto in ferie!

SR – In ferie, d’estate?
Gg – ’A staggione se fanne i ferie e i’ ’a staggione m’i faccie. È chiaro?

SR – È chiaro ma non troppo.
Gg – E pecché, i’ fosse chiù fess’i ’llate? Nun m’attoccane pur’a mme i ferie??

SR – Io però non ti capisco proprio, dopo un’invernata passata a spasso da un bar all’altro, mo’ che potresti guadagnare qualcosa ti metti in ferie?
Gg – Cierte che tu nunn’arraggiune propio: uno che nun fatica che ferie se piglie? Rispunn’a me! Une va in ferie quanne fatiche. Propie tu che si’ cumpagnoski, nunn’i accapisce le recole del lavoro?

SR – Ah Giggi’, e quanta pacienza che ce vo’ cu’ te! Poi ti lamenti che non ce la fai a campare.
Gg – M’ha ditt’accussì n’amico mio che ten’i ppalle sotto, che nun m’aggia fa’ sfrutta’. Chest’è!

SR – Sfruttare? E da chi? Mica hai un padrone?
Gg – Arricuordete che tutti appiamo un patrone. Presempio tu ’u tiene in Russia.

SR – Per tua norma e regola io non ho padroni né qua, né da nessuna altra parte.
Gg – Non sai i fatti ma qua lavoriamo tutti per un patrone che si abboffa ogni ciorno di più. E mo’ basta, io mi metto in ferie.

SR – Giggi’, ma tu che dici? Vulisse fa comme ’u negùss che pe fa’ dispiett’ a’ moglie s’u tagliaie?
Gg – Nun me ne fotte niénte: “Mora Sanzone cu’ tutt’i Figlistei!

SR – Secondo me sei pazzo! Ma visto che non mi vuoi dire chi sarebbe ’sto padrone occulto, dimmi chi ti racconta certe favole. Avanti, dimmi tutto!
Gg – ’U nomme è secreto perché altrimento i cumpagne tuoie della rosso-verde primavera ’u pigliene pe’ culo. E iss’ si incazza malamente.

SR – Ho capito, ma almeno descrivimelo.
Gg – Allora… tene a cap’i bomba, all’uocchie i pazze e ’nu sigarie mmocca…

SR – Non mi vorrei sbagliare, ma questa storia mi pare di averla già sentita!

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.