Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0022-022 2009-07-21_18-54-33 o-02 carta-galite Cunicoli semisommersi nei pressi delle cosiddette grotte di Pilato Immagini storiche di Ponza

La Comunità dell’Arcipelago

Condividi questo articolo

riceviamo in redazione da Luigi Pellegrini e pubblichiamo

.

Diamo orgogliosamente notizia che in data 31 maggio si sono svolte le elezioni per il rinnovo delle cariche della Comunità dell’Arcipelago e Ponza annovera due cariche importanti oltre alla sede per i prossimi cinque anni.
Il dott. Gennaro Di Fazio ne sarà il Presidente e Carlo Marcone l’Assessore di riferimento per Ponza.
Grande soddisfazione da parte del primo cittadino ponzese Franco Ferraiuolo che appresa la notizia ha rivolto un fervido augurio di buon lavoro al Presidente, agli Assessori ed  tutto il Consiglio della Comunità.

Nata il 30 novembre del 2002 la Comunità dell’arcipelago delle isole ponziane ha come scopo  quello di concorrere allo sviluppo socio economico ed al riequilibrio territoriale di Ponza e Ventotene attraverso la valorizzazione delle stesse, al consolidamento delle attività produttive, al miglioramento dei servizi e all’esercizio associato delle funzioni di competenza comunale.

Congratulazioni quindi  al dott. Gennaro Di Fazio che fin dall’inizio della sua consiliatura ha sempre sostenuto l’idea di dare nuova linfa alla Comunità dell’Arcipelago tanto da rinunciare alla carica di Vice Sindaco.
Auspichiamo al neo Presidente una visione lungimirante e programmatica dell’Ente basata sul dialogo e la collaborazione tra le diverse Istituzioni al fine di permettere di superare quel lungo periodo di immobilità che ne ha offuscato le reali potenzialità.

Condividi questo articolo

4 commenti per La Comunità dell’Arcipelago

  • Io so che questo Ente nato con grandi ambizioni – addirittura superiori a quelli degli stessi comuni di Ponza e Ventotene – è fallito da tempo.

    Ha avuto un senso e una caratterizzazione solo ai tempi in cui il Presidente è stato Franco Schiano ma mai è arrivato a coordinare le politiche delle due Amministrazioni.

    Spero che Gennaro Di Fazio ci spieghi che cosa ha intenzione di fare per rilanciare la Comunità dell’Arcipelago.

    E visto che stiamo parlando di nuovi presidenti informo gli amici di Ponza racconta che si è rinnovato il direttivo della Confcommercio di Ponza. Il nuovo presidente è Giovanni Mastropietro che collaborerà con il vice presidente Francesco Ambrosino. La prima dichiarazione del neo Presidente è stata: “Lavorerò per il rilancio e la valorizzazione di Ponza e delle sue eccellenze, per far operare il nostro tessuto imprenditoriale 12 mesi l’anno”.

  • Luisa Guarino

    Informo a mia volta Vincenzo che Ponzaracconta ha dato puntuale comunicazione del cambiamento ai vertici della Confcommercio di Ponza, con tanto di foto. E questo sia in prima battuta che all’interno della Rassegna Stampa. Forse, a forza di scrivere, qualche volta a Vincenzo sfugge di leggere.

  • Gennaro Di Fazio

    Grazie per le congratulazioni e gli auguri che mi sono stati fatti e per gli altri che verranno.

    La funzionalità di qualunque istituzione dipende sempre dalle interazioni di molti parametri che sono rappresentati dalle capacità individuale di chi le gestisce, dalle condizioni sociali, politiche ed economiche locali nonché dalle relazioni a vario livello con gli altri enti.
    Con questa premessa non voglio certo trovare preventivamente le scuse in caso di mancato funzionamento, è invece un invito a chiedere la partecipazione nelle idee e – bontà Vostra – nelle azioni.
    Un punto di primaria importanza per il funzionamento della Comunità dell’Arcipelago delle Isole Ponziane è sicuramente l’armonia politica tra i due Comuni. Le condizioni ci sono, esse si sono evidenziate già negli incontri che hanno preceduto l’elezione dei suoi membri così come all’atto della formulazione degli incarichi.
    Prima di procedere è necessario però elencare, oltre al sottoscritto, eletto presidente all’unanimità e Carlo Marcone assessore, i componenti eletti del Comune di Ventotene e cioè: Pietro Pennacchio (Assessore), Aurelio Matrone (Presidente del Consiglio) e Pasquale Bernardo (consigliere). C’è da far notare che l’assessore Pennacchio è in rappresenta del Comune di Ventotene come consigliere di minoranza a dimostrazione che la Comunità non ha nessun orientamento politico, ma solo interesse a far sviluppare e valorizzare entrambe le Isole.
    Per rispondere alla domanda di Vincenzo Ambrosino che credo esprima ciò che si aspettano gli isolani e cioè quali sarebbero le mie intenzione/programma per rilanciare la Comunità dell’Arcipelago, dico che, al di là dei miei personali progetti che esprimerò soltanto quando saranno realizzate o in dirittura di arrivo, l’orientamento sarà quello di collegarmi con enti, associazioni ed istituzioni al fine di ottenere stimoli, idee e fondi, il tutto per il rilancio due isole in varie direzioni senza peraltro perdere d’occhio lo sviluppo economico anche fuori della stagione estiva.
    Da subito devo però capire la situazione economica ereditata e tentare di risolvere al più presto i contenziosi pregressi, anche attraverso transazioni; poi aprirò il dialogo con le popolazioni tramite un sito e riorganizzerò la sede a Ponza.
    Sarò il Presidente della Comunità dell’Arcipelago Ponziano che ascolterà e collaborerà con chiunque me lo chiederà, indipendentemente dagli schieramenti e delle individualità, pur rispettando il mio ruolo di consigliere di maggioranza del Comune di Ponza, senza però implicazioni politiche tra i due incarichi.
    Nel terminare ho il piacere di ringraziare tutti i membri che mi hanno permesso di arrivare a tale incarico: il Sindaco del Comune di Ponza il Prof F. Ferraiuolo e tutti i suoi consiglieri che mi hanno eletto rappresentante (Fabio Aversano, Mimma Califano, Gianluca De Martino, Eva Latorraca, Carlo Marcone, Giuseppe Mazzella e Michele Nocerino); i consiglieri del Comune di Ventotene che mi hanno eletto presidente, nonché il Sindaco di Ventotene Dott. Gerardo Santomauro e l’Assessore il Dott. Francesco Carta che si sono adoperati affinché la Comunità rinascesse e che fossi io a presiederla. A questi vanno aggiunti anche tutti i Ponzesi che con il loro voto nelle elezioni comunali hanno creato le condizioni affinché tutto ciò accadesse.
    Un grazie affettuoso a Daniele Coraggio, il precedente Presidente, che mi ha passato il testimone e che mi ha promesso di affiancarmi nelle prime fasi di questa mia nuova avventura e a tutti gli Altri che in maniera diretta o indiretta hanno collaborato e /o collaboreranno allo sviluppo di questo nostro ente.
    Grazie a Luigi Pellegrini per questa sua presentazione e a “Ponza racconta” – una mia creatura – per avermi ospitato.
    Grazie a Enzo Di Giovanni per svariati motivi.
    Sono contento di questo incarico anche perché io sono stato uno dei fondatori di questa Comunità a cui credevo così come adesso sono convinto delle sue potenzialità.
    Un saluto particolare a Franco Schiano, il vero fondatore di questa Comunità il quale, nonostante i suoi problemi di salute, ha ancora la forza di dare indicazioni ed idee: forza Franco, abbiamo bisogno della tua bella mente; a mia sorella Maria Rosaria a mio cognato Silverio e a mio nipote Antonio, sempre a me molto vicini; a tutti coloro che mi aiutano a mi vogliono bene.

    Con la speranza che la Comunità dell’Arcipelago Ponziano rinasca e crei interesse e sviluppo
    Saluti affettuosi

    Il Presidente
    Gennaro Di Fazio

    A mia moglie Daniela a alle mie due figlie Melania ed Eleonora per farmi perdonare dell’ulteriore tempo che toglierò a loro

    A mia madre Assunta e a mio padre Vincenzo che con fatiche ed affetti hanno dato linfa alla mia esistenza.

  • sciarra monia

    Buongiorno a tutti.
    É un po’ di tempo che per motivi personali non seguo il sito di Ponza Racconta e non scrivo su questo blog.
    Oggi grazie a Vincenzo Ambrosino che pubblica su Fb la risposta del nostro “caro per me” nuovo Presidente dell’Arcipelago Ponziano Gennaro Di Fazio, mi viene dal cuore scrivere un mio pensiero.
    Sono strafelice per questo traguardo, sì é un vero traguardo, perché 5 anni di Vigorelli hanno umiliato e volutamente distrutto, “vuttato a funne” l’Ente, in quanto creato da Franco Schiano. “Follia”… se avessero messo da parte la famosa “wallera” poteva essere un’altra fonte importante di valorizzazione dei territori.
    Ora bisogna ricucire i danni e con tutte le associazioni, incanalare idee di crescita!
    Buon lavoro a Gennaro e a tutto il consiglio di amministrazione per questa impresa non facile ☺

Devi essere collegato per poter inserire un commento.