Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

28-07-2005-0-18-52_0001 foto-12 v2-23 q-23 Ctenoforo Spugne incrostanti bianche

Il mistero di Christian Del Vecchio

Condividi questo articolo

di Paolo Iannuccelli

.

A Ponza non si parla d’altro, specialmente nella frazione di Le Forna.

La famiglia Del Vecchio è molto conosciuta e stimata, tutti vogliono sapere di più del giovane Christian, un isolano presente nelle cronache di giornali e telegiornali nazionali. E’ sempre stato molto devoto, fin da piccolo, poi ha preso vie diverse da quelle tradizionali del cattolicesimo.

Da qualche anno ha lasciato Ponza dove ora vivono mamma, papà e due fratelli più piccoli per trasferirsi nelle Marche.

Del Vecchio è diventato il santone dell’olio miracoloso, vive nella quiete di Quinzano di Force, alle porte di Ascoli Piceno. In quel luogo civettuolo sono arrivate persino le telecamere, con le croniste inviate da Roma e Milano, appostate dietro la canonica nella speranza di un’apparizione imprevista.
La caccia al veggente ponzese s’è fatta frenetica. Lo cercano in tanti, l’Illuminato giovane isolano sostiene di aver ricevuto la «visita» della Vergine una settantina di volte negli ultimi quattro anni.

Dal sito dell’associazione Amarlis – Madonna Giglio tra le spine propaganda «l’olio purissimo» sgorgato dalle sue stesse mani come un efficace balsamo contro i tumori. Christian organizza pellegrinaggi della speranza, ha molti seguaci tra persone in difficoltà economica o prive di salute.

 

Nota: nella foto dell’articolo (ripresa da “Il Resto del Carlino”) Christian Del Vecchio con padre Amorth

Condividi questo articolo

3 commenti per Il mistero di Christian Del Vecchio

  • Silverio Tomeo

    Giusto per farmi nuove amicizie. Padre Amorth è un invasato, avrebbe lui stesso bisogno di un esorcismo laico e terapeutico, invece si spaccia per scacciatore del “dimonio”. Rappresenta, sia pur grottescamente, quanto di più medievale, retrivo, reazionario, alberghi in alcuni settori tradizionalistici della Chiesa romana. Vedi ad esempio una summa delle sue ridicole dichiarazioni: http://espresso.repubblica.it/attualita/cronaca/2012/10/29/news/qualcuno-fermi-padre-amorth-1.47778. In quanto al nostro giovane con-isolano, è bello che vada fuori a cercare fortuna, è nel DNA dei ponzesi, che poi lo faccia come guru mistico, attingendo alla credulità popolare ed ad alcuni stilemi del cattolicesimo, che poi prometta guarigioni miracolose ai malati di cancro, verrebbe da dire che siamo nell’impostura più totale. L’art. 661 del Codice penale arriva a configurare il reato di impostura per abuso di credulità popolare, ma solo e soltanto se arrechi danno all’ordine pubblico, ed è stato persino depenalizzato, con somma gioia di maghi, guaritori, cartomanti e compagnia cantante.

  • silverio lamonica1

    Caro Silverio, hai pienamente ragione. Tuttavia, leggendo il file che hai allegato, a proposito di Monti non mi sento di dargli torto (ad Amorth), considerata la politica disastrosa all’insegna della più becera “austerity”, con tremendi danni collaterali (v. gli esodati). Certo, “l’influsso del maligno” sul noto senatore a vita poteva risparmiarselo, ma questo è un altro discorso.

  • La Redazione

    Altre notizie sul “santone” dal Corriere della Sera dell’8 ottobre: leggi qui

Devi essere collegato per poter inserire un commento.