Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

h-33 paolo-02 s2-29 t6-23 59 62

“Dall’isola, il mese di ottobre” di Sheiba Cantarano

Condividi questo articolo

segnalato da Luisa Guarino

.

L’arte non conosce stagioni: tanto meno la poesia, che ne è parte essenziale. Ritroviamo, a distanza di qualche mese, un’altra composizione di Sheiba Cantarano, di Latina, poetessa, attrice di teatro e docente di dizione, che per qualche tempo, diversi anni addietro, ha vissuto per motivi di lavoro a Ponza, distaccata presso il locale Ufficio Postale. Lo scorso mese di gennaio abbiamo pubblicato su questo sito “Dall’isola, il mese di giugno”. Mentre, ora che l’estate si avvicina a grandi passi, dalla sua raccolta “Squarcio di melagrana la tua bocca”, edizioni Blu di Prussia (2005) proponiamo un nuovo brano poetico, ugualmente ispirato a Ponza.

Dall’isola, il mese di ottobre

Il mare
stanotte follemente
ha danzato
il mare d’autunno
e nulla ha potuto
la rabbia del gallo
all’aurora:
ha sussulti di rosa
e brividi lunghi
di voce
stamane
sull’isola scabra
stamane
ha brividi lunghi
di voce e sussulti
di rosa
l’aurora
e nulla ha potuto
la rabbia del gallo.

Il mare stanotte
follemente
ha danzato
il mare d’autunno.

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.