Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0004-004 i-18 ss20 44 6 paesino-1

Facìteve i… fatt’ vuòst’!

by Sang’ ’i Retunne

 

Giggino –  Assuntinaaa! Assunti’! Assu’… Assuntinaaa!
Assuntina – Ch’accedente te vene? Che vuo’?

Gg – Oggie  faccie ’nu muntone d’osse e ’nu lav’i sanghe! He capite??
As – Ch’è state?? Mo’ ch’è succiesse?

Gg – E’ cosa mai ch’a ggente adda sape’ tutt’i cazze mieie? Ccà nun se po’ fa’ ’nu pìrete che subbete ’u ssape  pur’u prèvete ’nda chiesa?
As – E tu che vuo’ ’a me? I’, pover’a mme, nun parlo cu’ nisciune d’i cose toie.   ’Nziamaie! ’N’animale cumm’e te’…Sciò sciò, e chi ce vo’ ave’ a che ffa’!?

Gg – No no nun si’ tu! ’Stavota tu nun c’intre. Ma m’he dicere addo’ cazze stann’i casa che l’aggia scurteca’!
As – Ma a chi vai truvanne?

Gg – A chilli quatte  scassambrelle ’i “Sbronzaracconta”.
As – E chillillà ’i ccanosce l’amico tuo del cuore. È d’a stessa pasta ’i prefessure saputielle. Addimanda a iss’.

(Qualche ora dopo)

Giggino – ’Uagliò, me sai dice tu addò stann’i case chillillà ’i Sbronzaracconta.
Sang’ ’i Retunne – Innanzitutto non si chiama come dici tu. E poi quello è un sito virtuale di internet; l’indirizzo non corrisponde ad un’abitazione.

Gg– A no? E addo stann’i case allora? ’Ngopp ’u ssummariello?
SR – Vabbè, poi te lo spiego. Ma che ti hanno fatto? Perché li cerchi?

Gg – Pecché l’hanna furni’ ’i dice tutt’i cazzi d’a ggente. Cca nun se po’ cchiù campa’… une nunn’è cchiù patrone ’i dicere niente, ch’i contene a tuttu quante. Ma è mai possibile ’na cosa ’i chesta? Une adda tène appaura pure ’i fa’ ’nu sbadiglie. E mo’ basta!
SR – Sai Giggino… devi capire che l’informazione è il sale della democrazia: la gente più sa e più è in grado di decidere liberamente.

Gg – A sì!’ E si une vulesse sta sciapìte? E si a une d’a democrazzia nun ce ne futtesse propiete niénte?
SR –  Ciò non toglie che l’informazione non si può soffocare!

Gg – A no? Ma tu dimme a me chi cummanne stu “zite ’i ndunette”… che m’a vegh’ ie!
SR  – Giggi’ “sito internet”. ’Ndunetta non c’entra.

Gg – Secondo me, siccome chiste nun se vanno mai a cucca’, pe’ s’empeccia’ d’i fatt’i llate, là nesciune s’aizza primma a’ mmatina e pirciò nisciune cummanna. È comme ’na varca senza patrone!
SR – Non mi pare che sia proprio così.

Gg – E poi, secondo me, chill’i sbronzaracconta so’ “verd’ e russe”.
SR – Come una bandiera?

Gg – Verde ambientaliste e russe communiste.
SR – Ma chi te le mette in testa queste cose? Non è vero!

Gg – Uggesù, chi m’i mmette ’ncapa? Ha ditto Zi’ Michele: “Chiste fanne ’na ’uerra ’i bandiera: sparane tutt‘i cazz’i llate”.
SR – Quindi, se ho capito bene, loro sparerebbero cazzate?

Gg –Mo’ ’nn’esaggeramme! Non ho detto questo! A spara’ i cazzate è abbilitato sul’ ’u Sceriff’. E’ chiaro? Chest’è!

Devi essere collegato per poter inserire un commento.