Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0030-030 0050-050 0054-054 d-05 t5-21 i-veterani

Alfabetizzazione sui social: la proposta di Michele Serra

Condividi questo articolo

segnalato da Luisa Guarino
Social network

 

Non amo i “fuori tema” e questo i colleghi di Ponzaracconta, gli amici e i lettori del sito lo sanno molto bene, ma l’occasione di allontanarmi per una volta dagli argomenti più legati alla vita e alla storia di Ponza questa volta è davvero imperdibile. E poi, si sa, solo gli imbecilli non cambiano mai idea.
Eccomi dunque ben felice di riportare integralmente quanto ha scritto sulla prima pagina di Repubblica Michele Serra nella sua rubrica “L’amaca” di venerdì 13 gennaio.

“La parola ‘alfabetizzazione’ fa venire in mente il dopoguerra, il maestro Manzi, la matita in mano a operai e massaie con la stessa potenza emancipatrice dello Sputnik e della lavatrice. Che sia il giovane Zuckerberg a lanciare nel 2017 una ‘campagna di alfabetizzazione’ (ha detto proprio così) per gli utenti dei social è dunque una fantastica novità. Emana un profumo da era nascente. Credevamo di essere a Bisanzio e magari, invece, siamo appena partiti per la Città del Sole.
Ancora più sorprendente è che Facebook, per questa sua missione pedagogica (per la quale potrebbe investire addirittura uno zero virgola qualcosa dei suoi giganteschi introiti), dichiari di volersi affidare alla collaborazione di editori e giornalisti.
Nella visione corrente del mondo della comunicazione, è come se un pilota di Formula Uno chiedesse consigli di guida a Ben Hur. Essendo l’alfabetizzazione dei social un’impresa lodevole ma impervia, non sappiamo se editori e giornalisti siano in grado di rendersi utili.
Ci permettiamo di suggerire – ed è anche un contenimento dei costi – dei buoni correttori di bozze. Un Ufficio Correttori planetario, che mettesse anche gli insulti e le balle in buon inglese (francese italiano russo mandarino eccetera).
Sarebbe un grande passo avanti”.

Forza, Zuckerberg: dai retta a Serra! Mi considero una buona correttrice di bozze: quando si comincia?

Maestro Manzi

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.