Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

i-28 paolo-17 k2-31 o-02 m2-33 hp0056

Calcio Ponza. La seconda giornata di Campionato

Condividi questo articolo

a cura di Giovanni Califano
retroporta

 

CAMPIONATO DI II CATEGORIA 2016-2017, GIRONE M
2^ GIORNATA

Campo Sportivo Saverio Cirillo, Piedimonte San Germano
POL. REAL PIEDIMONTE SG – POLISPORTIVA DIL. PONZA: 3-1

 

Prima trasferta stagionale per il Ponza in quel di Piedimonte San Germano.
Gli uomini di Aramini inaugurano il “nuovo” Saverio Cirillo e rappresentano un test probante per Coppa e i suoi; un match che darà sicuramente indicazioni al tecnico isolano sullo stato di salute del gruppo, dato che il Piedimonte SG è ritenuto da molti addetti ai lavori una delle compagini favorite al titolo.

I ciociari puntano a far valere il fattore casalingo e, per inaugurare il rinnovato impianto, si registra il sold out in tribuna: l’obiettivo è la seconda vittoria in altrettante partite dopo la vittoria esterna contro la San Donatese.
Il Ponza, dal canto suo, vuole riscattare la debacle interna di sette giorni fa col Ceprano e cominciare a smuovere la classifica.

Coppa conferma per 8/11 la formazione di domenica scorsa.
Carta confermatissimo tra i pali; prima novità di giornata in difesa, con il debutto di Giovanni De Meo al centro della difesa in luogo dell’indisponibile Tescione: con il giovane classe ’95 formiano ancora Costanzo, Vecchione ed A. Vitiello.
Un cambio anche in mezzo al campo, con Orlando che prende il posto di Scipione; assieme a lui in mediana, Carofano, Ferramini e capitan D. Rispoli; in avanti con R. Vitiello c’è il debutto di Carmine Di Nallo, attaccante ex Cervaro.

Migliaccio tenta fino all’ultimo istante di recuperare quantomeno per accomodarsi in panchina, ma il provino effettuato nel pre-gara non dà gli esiti sperati: tribuna per lui.

Real Piedimonte in completo a quarti rosso-blu, Ponza in consueta divisa giallo-blu.

Arbitra il sig. Colantoni di Tivoli.

FOTO

Neppure 120 secondi e prima clamorosa palla gol per il Real Piedimonte: lancio in profondità per Fruggiero che, sfruttando il buco creato dal movimento intelligente del compagno di reparto Grillo, elude la linea difensiva ponzese e si presenta a tu per tu con Carta; superato il portiere ponzese, il destro del n° 9 piedimontese è debole, permettendo a De Meo di intervenire a pochi passa dalla linea di porta.

Il Ponza non ci sta e prova subito a rispondere; giocata di R. Vitiello all’altezza dei venti metri e appoggio per Ferramini che carica il destro: centrale, blocca Maffeo.

La partita è un susseguirsi di azioni pericolose. Al 7° ancora azione in verticale del PSG, con Grillo che cerca di nuovo Fruggiero: Carta in uscita bassa sbarra la strada al bomber piedimontese.

Per trovare il vantaggio, però, i padroni di casa hanno bisogno dell’aiutino ponzese: 10° minuto, Carofano in possesso di palla all’altezza del cerchio di centrocampo; pressing da parte dei padroni di casa, ed appoggio a memoria di Carofano verso la linea difensiva… che non c’è!
Campo aperto per Grillo che, arrivato in area di rigore, spiazza Carta in uscita portando il PSG sull’1-0.
Clamorosa leggerezza di Carofano e del pacchetto arretrato, forse troppo schiacciato alle spalle del n° 4 ponzese; la mancata copertura al portatore di palla e al suo sciagurato passaggio sono mortiferi.

Timida reazione ponzese con una buona azione di rimessa al 14° che permette ancora a Ferramini di incunearsi nelle maglie difensive piedimontesi e guadagnare un calcio di punizione da posizione interessante. Si incarica del tiro proprio Ferramini, palla a lato di un niente alla destra di Maffeo.

Ancora Ponza al 20°: break di Rispoli a metà campo che prende in contropiede i difensori padroni di casa; destro in corsa del capitano ponzese, palla alta di non più di mezzo metro sulla traversa.

Il PSG torna a premere e al 22° Di Pastena ha la palla buona per il raddoppio, ma il suo destro è strozzato e non fa male.

Fa male, malissimo, la splendida azione che al 31° porta al raddoppio del Real: Massaro dalla 3/4 sinistra cerca e trova in verticale Fruggiero; l’attaccante fa sponda di prima per l’accorrente D’Arezzo che, al volo, calcia dai 20 metri e gonfia la rete.

L’azione in velocità degli uomini di Aramini e il destro volante di D’Arezzo sugellano una mezz’ora di predominio territoriale e tattico dei padroni di casa; per il Ponza, dopo una discreta reazione che aveva dato (flebili) speranze, torna il buio.
Ancora PSG: punizione dal limite per Di Pastena al 40°, alto.

Allo scadere della prima frazione, al 43°, palla gol per gli ospiti: Rispoli pennella un cross delizioso all’altezza del secondo palo, dove sono appostati De Meo e Orlando; è proprio il centrale difensivo a sfiorare di testa e non inquadrare la porta, con il centrocampista col codino appostato alle sue spalle in posizione ancor migliore. Un gol avrebbe potuto riaprire clamorosamente tutto.

Ed invece si va al riposo sul 2-0, con il Real in controllo e, all’apparenza, senza grossi problemi di sorta, a differenza di un Ponza volenteroso ma con evidenti limiti.

piedimonte-ponza

Coppa all’intervallo opera due cambi, togliendo Vecchione (già ammonito) e l’evanescente R. Vitiello, gettando nella mischia Scipione e F. Tescione.

A differenza dell’avvio di gara, i ritmi della seconda frazione sono più blandi. Quando accelera il PSG, però, son dolori. Come al 51°, quando D’Arezzo sfugge proprio al neo entrato Tescione, arriva sul fondo e mette in mezzo per Fruggiero che da 3 metri calcia a botta sicura. Monumentale Carta che rimane in piedi fino all’ultimo e con un balzo felino dice no al numero 9.

Il Ponza ha senz’altro il merito di rispondere colpo su colpo. Minuto 52: Scipione, defilato sulla destra, viene servito in profondità da Carofano, sguscia via a due uomini ed attende intelligentemente il rimorchio di Orlando. L’invito per il centrocampista di origine campana è splendido, ma Mancini mette il piede un attimo prima del ponzese e sventa la minaccia.

Aramini fa rifiatare Spiridigliozzi prima ed il metronomo Babusci poi, mandando in campo De Martino e Gambone.

Palla gol clamorosa per il Ponza al 67°: Rispoli dal vertice sinistro dell’area tenta il tiro, ma colpisce male; il suo tiraccio diventa un involontario assist per Orlando che calcia di prima intenzione proprio addosso a Maffeo in uscita bassa. Il pallone, respinto, si impenna e diventa buono per Di Nallo che, spalle alla porta, riesce a difendere il possesso e girarsi rapidamente per calciare; Maffeo, fortunato, si ritrova il pallone tra le mani esattamente sulla linea.
Azione confusa, ma neppure la sorte sembra essere dalla parte degli isolani.

La controprova arriva al 72°: uno-due tra Di Pastena e Grillo, con la conclusione del n°11 viene deviata in corner da Carta. Dalla bandierina, cross nel mucchio di D’Arezzo e colpo di testa vincente di Esposito: 3-0.

Completamente saltata la marcatura sul centrale difensivo piedimontese e puntuale come una cambiale è arrivata la punizione, severa, per l’undici isolano.
Il Real gestisce l’ultimo quarto d’ora, nascondendo il pallone al timido pressing ponzese; le accelerazioni improvvise sono devastanti e non trovano adeguata opposizione.

Minuto 87: De Martino estirpa il pallone dai piedi del neo entrato D’Apice all’altezza dei propri 16 metri e si invola, incontrastato, fino alla porta ponzese dove, chiuso per la conclusione, appoggia a Grillo che, a porta completamente vuota, calcia clamorosamente alle stelle.

Un minuto più tardi, cross tagliato dalla destra di Forte ancora per Grillo che trova sulla sua strada nuovamente un pazzesco intervento di Carta.

Quando il poker sembra ormai nell’aria, il Ponza trova il gol della bandiera: Carofano dai 35 metri lascia partire un destro secco che va a togliere le ragnatele all’incrocio della porta di un esterrefatto Maffeo. Il gol del centrocampista ponzese, il primo stagionale, sesto in maglia giallo-blu, viene accolto dall’applauso di tutto il Saverio Cirillo: sicuramente è la giocata della domenica.
De Martino fa in tempo a farsi cacciare fuori per un brutto ed inutile fallo su Tescione, dopodiché Colantoni manda tutti sotto la doccia: finale al Cirillo, Real Piedimonte batte Ponza 3-1.

Non riesce a smuovere la propria posizione in classifica il Ponza di mister Coppa, caduto sotto i colpi di un Piedimonte organizzato e concreto.
Il gol dell’1-0 è stato, come sette giorni fa, il punto di non ritorno per gli isolani: subito lo svantaggio, la reazione è stata troppo timida, a fronte di PSG abile ad approfittare delle lacune ponzesi e poi spietato in occasione del raddoppio.

La ripresa ha visto un Ponza più intraprendente, anche grazie ad un ritmo leggermente più blando da parte dei padroni di casa, i quali, però, potevano far male di rimessa ogni qualvolta volevano.
Il meraviglioso gol di Carofano rende meno amara la sconfitta e riabilita in parte il centrocampista dall’errore iniziale, ma non è purtroppo sufficiente a far dare un giudizio positivo alla prestazione di squadra.

Testa bassa e lavorare: unico mantra di un Ponza che, tra sette giorni, chiederà strada al Mondo Calcio Formia tra le mura amiche del Cala Caparra.

le-squadre-in-campo
Tabellino incontro
POL. REAL PIEDIMONTE SAN GERMANO: Maffeo, Spiridigliozzi (De Martino), Massaro, Babusci (C) (Gambone), Mancini, Esposito, D’Arezzo, Forte, Fruggiero, Grillo, Di Pastena.
A disp.: Vicalvi, Roccia, Maffeo, Raia, Cerrone.
All.: Aramini.

POLISPORTIVA DIL. PONZA: Carta, Vecchione (dal 46° F. Tescione), A. Vitiello, Carofano, Costanzo, De Meo, Orlando, Ferramini, Di Nallo, D. Rispoli (C) (dall’85° D’Apice), R. Vitiello (dal 46° Scipione).
A disp.: Califano, Cento, Ambrosino, Scotti.
All.: Coppa.

ARBITRO: Sig. Emanuele Colantoni della sezione di Tivoli.
MARCATORI: 10° Grillo, 31° D’Arezzo, 72° Esposito (PSG), 89° Carofano (PON).
AMMONITI: Spiridigliozzi, Grillo, Di Pastena (PSG), Vecchione, De Meo (PON).
ESPULSI: De Martino (PSG).

 

 

 

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.