Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

l-07 u-22-restaurata k2-14 ss13 pescatori-1 adele-con-nicola-rao-tg-r-lazio

Calcio Ponza. 30^ giornata di campionato e fine della stagione

Condividi questo articolo

di Giovanni Califano

calcio al pallone

.

Campionato di I categoria 2015-2016, girone M – 30^ giornata
Polisportiva Dil. Ponza – AS Penitro  3 – 0 (a tavolino)

 

Il successo per 3-0 a tavolino contro l’AS Penitro ha sancito la fine della stagione 2015-’16 del Ponza.
Undicesimo posto in classifica con 32 punti, al pari dell’Esperia che ci precede per differenza reti.
I nostri più sinceri complimenti ai ragazzi dell’Atletico Cervaro per la vittoria del campionato e la promozione in I^ categoria: siete stati i più forti ed avete meritato ampiamente questa grande gioia!

Probabilmente avremmo potuto tutti quanti fare qualcosina in più, rendere di più in campo, essere più presenti agli allenamenti, mostrare maggior attaccamento alla maglia e alla causa.
Probabilmente. Anzi, sicuramente.
Eppure, nonostante le innumerevoli difficoltà e le tante peripezie che, come sempre del resto, hanno accompagnato la stagione, ci siamo divertiti. Sì, perchè il calcio è divertimento. Il più bello del mondo.

La nostra famiglia si è ampliata ed è diventata più forte, più solida. Abbiamo dato il benvenuto in squadra a tanti nuovi ragazzi; alcuni, giovanissimi, hanno il sangue ponzese e, ci auguriamo, un futuro radioso davanti: Antonio, Massimo e Salvatore dopo la scuola calcio sono approdati in prima squadra e giocato diverse volte in campionato.
Altri, forestieri, li abbiamo “adottati” ed abbiamo imparato a volergli un gran bene: grazie Mauro, Paolo, Matteo, Simone, Giovanni, Hamid e Michele.
I vostri sacrifici hanno contribuito a rendere questa stagione un pò meno dura e la nostra famiglia più colorata, vivace e festante.
Grazie ai ragazzi ponzesi della “Vecchia Guardia”, tante battaglie già sulle spalle e tante ancora da affrontare.
Sempre con lo stemma del Ponza sul cuore e con la grinta e la tenacia messa in campo nelle tantissime partite già giocate. Alcuni di voi, come Raffaele, Michele e Silverio, quest’anno ci hanno lasciato anche la salute sul campo per difendere i nostri colori. A voi, come a Rosario, va l’augurio di poter tornare a calcare il terreno del Cala Caparra il prima possibile.
Per festeggiare ancora nuova vittorie.

Un ringraziamento, però, va a tutti i ragazzi della rosa, dal primo all’ultimo, senza alcuna distinzione, a tutto lo staff tecnico e dirigenziale, in particolare al presidente Biagio Rispoli e a Ferdinando Femiano che ci hanno regalato esperienze uniche e straordinarie come lo stage presso il Centro Tecnico Federale di Coverciano (dove si allenano gli Azzurri, per intenderci) o come le sessioni di allenamento guidate dai mister Francesco Paolo Specchia e Sergio Brio; emozioni che resteranno per sempre indelebili nelle menti e nei cuori dei nostri atleti.
Una menzione particolare va al mister Domenico De Santis che per il secondo anno consecutivo ha condotto la squadra facendo la spola con la terraferma, facendo notevoli sacrifici sul piano privato e professionale per il solo amore della nostra isola e della nostra maglia.

Grazie all’amministrazione comunale e al sindaco Piero Vigorelli, ai nostri sponsors e partners: senza i vostri contributi e la vostra passione, il nostro compito sarebbe stato ben più arduo.

E grazie ai nostri splendidi tifosi. Occasionali o “Tifosoni” che siate, abbiamo sempre avvertito il vostro calore, il vostro incitamento, la vostra passione. Anche per voi avremmo voluto fare qualcosa in più, qualche vittoria in più, perchè ve lo sareste meritato alla grandissima.
Ma se vi siete divertiti come ci siamo divertiti noi, se avete gridato di gioia come lo abbiamo fatto noi, se vi siete abbattuti per una sconfitta come ci siamo abbattuti noi, e se, perchè no, avete protestato con la nostra stessa veemenza, allora vuol dire che qualcosa di buono lo abbiamo realmente fatto: abbiamo davvero creato una grande famiglia, abbiamo dato a Ponza una voce unica, finalmente unita nella passione per lo sport e per il calcio.

La Polisportiva Ponza vive, ha un cuore che batte forte, ed è già proiettata al futuro. Non c’è tempo da perdere: vogliamo regalare e regalarci ancora tante, tantissime soddisfazioni.”

classificafinale

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.