Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0052-052 v4-1 v5-4a ss03 102 68

La guerra d’indipendenza

Condividi questo articolo

by Sang’ ’i Retunne
Faccio tutto io

 

Giggino – Sicondo me ccà scoppia ’na ’uerra..!
Sang’ ’i Retunne – Ma no, non ti preoccupare, questi si armano, minacciano, ma poi si accordano sempre.

Gg – Tu dici? Ma i’ veco troppi ccose strane, girano troppi divise strevese. E po’ ’a ggente sta sempe chiù spaventate. ’Uagliò cca ’u fatto è serio.
SR – Scusa Giggi’, ma da quando in qua ti sei messo a vedere la televisione?

Gg – E chi ’a vede ’a televisiona? Quando ce sta cocche partita aggio vatt’ a Assuntina che sta sempe ’nchiuvata d’a matina a’ sera là ’nnanze.
SR – Ah sì? E dove le vedi ’ste cose se non in TV? Nemmeno parti, da un sacco di tempo!

Gg – Uggiesù e addò l’aggia vede’? P’a via.
SR – Ma dai, Giggi’: tu qua vedi gli estremi di una guerra? Secondo me dovresti lasciare stare un po’ la bottiglia di rum.

Gg – ’Uagliò, ma che rum? I libri ’i scola t’hanno affuscat’ i cervelle?
SR – Ma dimmi tu dove li vedi ’sti segnali di guerra che ccà nun se vede ’nu cristiano pe’ mise.

Gg – E pe’ forza, quelli s’appreparano ’i nascuosto alla guerra d’indipendenza!
SR – Addirittura alla guerra d’indipendenza? E da chi?

Gg – Da Formia, da Vientutene, da Circeo e da Latrina.
SR – Ma che state combinando? E mai possibile che in ogni cosa storta ci stai sempre infilato pure tu?

Gg – Qua’ cosa storta? Chesta è ’na cosa iusta! Io stong’ caricanne ’nu muntone ’i cartucce.
SR – I cartucce? E a chi he accide?

Gg – Pensa che pure ‘u prèvete è d’accordo.
SR – Azz! ’Na guerra di religione?

Gg – Propietamente.
SR – Giggi’, mo’ spiegami meglio e famm’accapi’. Sospetto che la cosa sia più grave di quanto pensassi.

Gg – Per esempio: i guardacaccia? Nun servono, ci penza isso. I vigili urbani? Nun servono, ci penza isso. I fontanieri? Nun servono, ci penza isso. I traghetti? Nun servono, ci penza isso. Gli autobus di linea? Nun servono, ci penza isso. ’U cimitero? Nun serve, ci penza isso. Le spiagge? Nun servono, ci penza isso… La Giunta comunale? Nun serve, ci penza isso…’Uaglio’ cca nun serve niente, ce penza a tutto isso! E’ chiaro?
SR – Giggi’, ma chi è ’stu dio?

Gg – E’ quello che farà l’indipendenza.
SR – Ho capito, ma chi è?

Gg – E c’è bisogno che t’u dich’io? Tu all’uocchie nunn’i tiene?
SR – E ’u fucile e i cartucce che stai appriparanno a che servono? Contro chi devi fare la guerra?

Gg – Comme contro a chi? Quando finalmente saremo liberi e indipendenti ccà chi è chiù forte, vence. Ed io mi appreparo.
SR – Ma ti prepari a cosa? Che intenzioni hai?

Gg – A cosa mi preparo? Alla libertà e all’indipendenza. Sarrà ’na ’uerra! …Spararraggie d’a matina a’ sera… basta che volano, e vaiiiii… bum bam bum!
SR – E i Verdi vi lasceranno fare?

Gg – Simm’o no indipendenti? Isso li fa arrestare.
SR – L’indipendenza sule pe’ spara’ a volontà?

Gg – No, no, è sule l’inizio. Qua ci deve accontentare su tutto!
SR – A sì? Per esempio?

Gg – ’U bagno a Chialiuna, a Sant’Antuono e pure aret’a Caletta… ’u strascico a cinche metri d’a costa… quatte piani ’i case ngopp’a Guardia, abbascie Santa Maria e ’ncopp’u Summariell’… tiro a bersaglio a Zannone… ’a ’mmunnezza ca se iett’ a’mmare a chilometro zero e costo zero… casinò a Calacaparra… ogni miezz’iuorno fuochi d’artificio a volontà… divieto dei divieti di sosta… divieto di casco, cap’a fora obbligatoria… cessi pubblici sott’ all’aulive; mattunelle d’i cazzate pure a Calacaparra e ’ngopp’a Scarfisso… Eeeee…
SR – Eee bastaaa! Ma che sso’ ’sti cose?  Chi può promettere tutto questo?

Gg – Chi po’ apprummette cheste?  E perché lo abbiamo votato secondo te? Mica siamo fessi. Evviva l’indipendenza!

1. Venerdì pesce

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.