Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

a4-35 i-18 105 corrida23 250px-burkina_faso_orthographic_projection-svg_ veduta-2

Calcio Ponza – XXV Giornata di Campionato

Condividi questo articolo

a cura di Giovanni Califano
Ponza - Piedimonte S Germano.3

 

Campionato di II^ categoria 2015-2016, girone M
 25^ giornata

Campo Sportivo Cala Caparra, Le Forna, Ponza
POLISPORTIVA DIL. PONZA – REAL PIEDIMONTE SG: 0-0

Con ancora negli occhi e nella mente la spettacolare gara del girone d’andata conclusa 3-3, Ponza e Piedimonte San Germano tornano ad affrontarsi desiderosi di regalarsi nuovamente un bel pomeriggio.
Una Ponza assolata e primaverile accoglie i pedemontani ed i loro sostenitori, con una piacevole brezza a rendere ancor più gradevole l’atmosfera.
Scelte di formazione: De Santis vuole tornare ai tre punti e schiera i suoi ragazzi con il 4-4-2, con Taglialatela tra i pali, Pappa, Repele, Marciano e F. Tescione in difesa; Orlando, D. Rispoli, il rientrante Carofano ed A. Vitiello in mediana; Ra. Vitiello in supporto al capitano Migliaccio.
Panchina dunque, tra gli altri, per Califano e F. Napolitano, entrambi al rientro dai loro rispettivi infortuni.
Arbitra il signor Matteo Grassia di Formia.

Il Ponza impiega 120 secondi per far capire le proprie belliche intenzioni agli ospiti: lancio col contagiri di Carofano per Migliaccio; stop di petto, acrobazia col mancino e palla che si stampa sulla traversa salvando un impietrito Vicalvi.
La risposta del Real non tarda ad arrivare ed è affidata a Ciavaglia, già mattatore del girone scorso: il suo mezzo esterno dal limite termina ampiamente a lato.
È la formazione di casa a condurre il gioco, con gli ospiti a giocare di rimessa. Particolarmente sofferto è Migliaccio con il suo ripetuto movimento su tutto il fronte offensivo.
Ci prova ancora Ciavaglia al 14°, destro centrale comodo per Taglialatela.

Il PSG acquista fiducia mentre il Ponza arretra ed inspiegabilmente perde il filo del gioco di mano, perdendo le giuste distanze tra i reparti.
Faticano molto i due playmaker, Carofano e D. Rispoli, ad entrare nel cuore del gioco isolano. Nonostante queste difficoltà dei ponzesi, gli ospiti non riescono ad ingranare e si limitano all’ordinaria amministrazione.
Lampo del Ponza alla mezz’ora: cross di esterno di Migliaccio dal fondo, Ra. Vitiello arriva a rimorchio dalle retrovie e ci prova di controbalzo col mancino, palla alta sulla traversa di un soffio.
Al 37° replay dell’azione che ha portato alla traversa di Migliaccio: lancio di Carofano per il capitano che, entrato in area di rigore, lascia partire il sinistro senza però inquadrare lo specchio della porta.
Il Ponza del primo tempo è tutto qui. Qualche lancio illuminante di Carofano, tanta corsa a vuoto e nient’altro; il Piedimonte si è limitato con intelligenza al compitino, senza rischiare granché e provando qualche sortita offensiva.

Ponza - Piedimonte S Germano.1

La ripresa comincia con un cambio nelle fila ponzesi: Repele, dopo aver stretto i denti, cede al dolore di un ginocchio malandato e lascia il suo posto a G. Tescione.
Ci prova subito Carofano col sinistro dalla distanza, a lato.
Migliaccio al 49° raccoglie l’appoggio di Orlando e prova col destro dal limite, troppo debole per impensierire Vicalvi.
De Santis al 52° richiama F. Tescione e getta nella mischia Scotti, abbassando A. Vitiello sulla linea difensiva ed allargando D. Rispoli sulla fascia destra, con ovviamente il neo entrato a dar manforte a Carofano in mezzo.
Primo squillo ospite al 54° con una volee di D’Aguanno su cross dalla sinistra di Azzoli, Taglialatela in due tempi.

Ottimo avvio di ripresa del Ponza che, con maggior intensità e mordente, chiude gli avversari nella propria metà campo.
Al 61° fuori un non positivo Ra. Vitiello e dentro F. Napolitano; in lui sono riposte le speranze dei ponzesi di sbloccare il match.
È però G. Tescione a sfiorare il colpaccio con un destro dai 30 metri: la palla fa la barba al palo, col portiere immobile.
Napolitano impiega sei minuti per dare un saggio delle sue qualità: splendida danza sul pallone che fa ammattire Porcelli e Masi e sinistro potente che esalta i riflessi di Vicalvi che a mano aperta dice no al bomber ponzese.

Ancora Napolitano, scatenato, lancia in profondità Migliaccio, stop a seguire di petto che manda al bar i due centrali difensivi pedemontani e sinistro da posizione troppo defilata che, infatti, non impensierisce il portiere.
Minuto 74: serpentina di Napolitano sulla fascia sinistra, due difensori saltati di netto, e contatto con Porcelli. Grassia non ha dubbi ed indica il dischetto; l’uomo della provvidenza è Napolitano!
Sul dischetto, dopo le vibranti proteste ospiti, si presenta Carofano, due gol in stagione, entrambi su rigore; il silenzio avvolge il Cala Caparra: parte Carofano, destro, a lato!
Clamorosa occasione gettata alle ortiche e niente di fatto, si rimane sullo 0-0.
Guizzo di Azzoli che, in avvitamento aereo, prova a dare il colpo del KO al Ponza, ma Taglialatela para senza alcun patema.
All’88° altra occasione importante per gli isolani con un’azione combinata Orlando-Napolitano-Migliaccio: l’assist del “Re di Palmarola” è forse un pelo lungo ma Migliaccio, una volta arpionato il pallone, non trova più la sfera e spreca, chiuso da un difensore.
Il Piedimonte sfiora il colpaccio al 92° con un tiro-cross dalla grande distanza di Esposito, entrato nel contempo in luogo di D’Aguanno, che trova la goffa risposta del portiere ponzese, fortunato a tenere la palla tra le sue mani dopo averla persa.

Non c’è più tempo per altre emozioni: al Cala Caparra è 0-0 tra Ponza e Piedimonte SG.
Partita vibrante e ricca di pathos, povera di reti purtroppo però dopo il festival del gol andato in scena un girone fa.
Fondamentalmente si è trattato di un’altra occasione sciupata dal Ponza in questa altalenante stagione che proprio non riesce a decollare definitivamente.
Troppe le occasioni da rete fallite, compreso un legno colpito ed un rigore calciato fuori; si conferma preoccupante la difficoltà realizzativa degli uomini di De Santis.
Ottimo l’impatto di Napolitano, bene Migliaccio e A. Vitiello, sceso in campo stringendo i denti e nonostante noie muscolari.
Il Ponza sale a 23 punti in classifica e mercoledì tornerà in campo al Cala Caparra per recuperare il match contro l’Atletico Cervaro.

Ponza - Piedimonte S Germano.2
Tabellino incontro
POLISPORTIVA DIL. PONZA: Taglialatela, F. Tescione (dal 52° Scotti), A. Vitiello, Repele (dal 46° G. Tescione), Marciano, Carofano, Migliaccio ©, Orlando, Pappa, D. Rispoli, Ra. Vitiello (dal 61° F. Napolitano).
A disp.: Califano, S. Vitiello, D’Apice, Ambrosino.
All.: De Santis.
POL. REAL PIEDIMONTE SG: Vicalvi, Spiridigliozzi, Marrano, Porcelli, Masi, Cerrone, Marsella, Di Silvio, Azzoli, Ciavaglia, D’Aguanno (Esposito).
A disp.: Aramini.
All.: Aramini.
ARBITRO: Sig. Grassia Matteo della sezione di Formia.
NOTE: Ammoniti D. Rispoli, F. Tescione, Orlando, Pappa (P), Di Silvio, Esposito (PSG); al 62° Carofano sbaglia calcio di rigore.

I risultati della 25^ giornata
Atletico Cervaro – Pro Calcio San Giorgio 2-0
Castrocielo ASD – Spinium FC 5-1
Esperia – I Briganti 4-1
Marina Maranola – San Giovanni Incarico 1-2
Mistral ASD – SS San Lorenzo ASD 2-1
Penitro AS – Real Maranola 3000 3-0
Polisportiva Dil. Ponza – Real Piedimonte SG 0-0
Vis Ceprano – Nuova San Bartolomeo 2-2

 

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.