Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

e-01 i-32 u-32 l-06 scotti-e-bis ss09

Calcio Ponza. IX di Campionato

Condividi questo articolo

a cura di Giovanni Califano
1.Calcio Ponza. Pallone acqua

 

CAMPIONATO DI II^ CATEGORIA 2015-2016, GIRONE M
9a giornata
Campo Sportivo Comunale di Cala Caparra, Le Forna, Ponza
POLISPORTIVA DIL. PONZA – ASD REAL MARANOLA 3000. 1-1 



Dopo la pausa forzata a causa maltempo della passata settimana, il Ponza scende in campo nuovamente tra le mura amiche del Cala Caparra, nel tentativo di dare seguito al successo ottenuto contro i Briganti. Privo dello squalificato Migliaccio, dell’indisponibile Marciano e con Rispoli recuperato in extremis, De Santis (oggi in tribuna per scontare una giornata di squalifica) affronta per la prima volta da ex il Real Maranola, squadra nella quale ha militato come giocatore due stagioni orsono.

Il tecnico formiano decide di affrontare i suoi ex compagni, guidati da mister Francesco Caruso, con un 4-1-4-1 molto abbottonato, con l’obiettivo di spezzare le trame di gioco avversarie e non permettere i rifornimenti al temibile Vattucci.
 L’undici iniziale non presenta grosse sorprese rispetto alle indiscrezioni della vigilia, con Califano in porta, Vecchione, Repele, Tescione e A. Vitiello a comporre il quartetto difensivo, Aversano oggi capitano a fare da schermo davanti la difesa, Orlando e Ra. Vitiello sulle corsie esterne, con Napolitano e G. Vitiello centrali di centrocampo, Ro. Vitiello unica punta.
Agli ordini del Sig. Morea di Latina, il primo giro al pallone è degli ospiti, in completo neroazzurro.
Primi venti minuti totalmente privi di emozioni per i tifosi giunti come sempre numerosi al Cala Caparra ed il tempo scorre lento come olio pesante da una giara.
Fasi di gioco concitate ma che fruttano zero emozioni.
Al 21° Melia prova a ravvivare la partita con un sinistro dal limite dell’aria, ma la conclusione del pericoloso esterno maranolese termina ampiamente a lato.
Il Ponza risponde presente al primo squillo ospite con Napolitano che al 25° prova dalla distanza a sorprendere Carta: il suo tiro al volo non è preciso.
Alla mezz’ora si contano più gli sbadigli ed errori tecnici che non conclusioni verso la porta. Il bel gioco latita.
Ci prova Scipione su punizione da distanza siderale, Califano fa buona guardia.
I padroni di casa improvvisamente si accendono e creano una limpida palla gol al 36°: A. Vitiello sguscia sulla fascia sinistra alla marcatura di Porceddu, scambia con Ra. Vitiello e pennella un cross sul quale si avventa Napolitano il quale fa gridare al gol il Cala Caparra; il colpo di testa del numero 8 ponzese esce a lato di un pelo.
Al 44° ci prova ancora Melia per gli ospiti con un mancino da posizione defilata, ma ancora una volta Califano è attento. Nel corso del primo ed unico minuto di recupero, terrificante scontro aereo tra Napolitano e G. Forte, rimasti entrambi a terra: attimi concitati di paura per i due, con il centrocampista ponzese che rimedia una ferita lacero-contusa all’altezza della tempia che verrà successivamente suturata presso il poliambulatorio. Forte, invece, se la cava con un semplice bernoccolo.

La ripresa vede Pappa in campo in luogo dello sfortunato Napolitano e soprattutto vede finalmente le due squadre affrontarsi con meno timore e maggiore intraprendenza.

Al 47° occasionissima per gli ospiti con Esposito che prova la volée da posizione favorevole, ma trova sulla sua strada la mano aperta di Califano che esulta quasi come avesse realizzato un gol.
Al 49° progressione eccezionale di Ro. Vitiello sulla fascia, ma il suo cross al termine di 60 metri di scatto con la palla al piede è impreciso e termina tra le braccia di Carta. De Santis richiama G. Vitiello in panchina al 63° (positiva la sua prova) ed inserisce D. Rispoli nel tentativo di avere maggiore qualità in mezzo al campo. La partita sembra decollare ma l’arbitro la spezzetta continuamente, fischiando oltremodo: ne risentono lo spettacolo e i nervi dei 22 in campo; in appena quattro minuti arrivano ben tre gialli.
Il questa fase particolarmente nervosa del match si ha l’impressione che solo un episodio o un calcio piazzato possano sbloccare il risultato. La pensa evidentemente così anche Tescione, che ci prova su punizione dalla lunga distanza: il suo tiro è potente sì, ma tutt’altro che preciso.
Orlando alza bandiera bianca al 74° e al suo posto entra Carofano, un altro ex di giornata.

Appena centoventi secondi dopo, come d’incanto, arriva il gol del Real Maranola: cross mancino di Purificato dalla trequarti, liscio clamoroso di Repele ed Esposito da due passi sfiora appena il pallone quel tanto che basta da spedirlo alle spalle dell’incolpevole portiere.

Ad un quarto d’ora dalla fine gli ospiti sono in vantaggio e, alla luce della partita fin lì disputata, sembra ci sia ben poco da fare per il Ponza.
Eppure gli isolani, nonostante la giornata non certo positiva, gettano il cuore oltre l’ostacolo, riversandosi in avanti con la forza della disperazione. Al 78° su cross di Vecchione, intervento evidente e palese con il braccio in area da parte di Purificato, ma l’arbitro sorvola, innescando forti proteste. All’81° ci prova Ra. Vitiello su calcio di punizione appena sulla linea della lunetta dell’area di rigore, ma il suo mancino è un passaggio al portiere. Ci prova Ro. Vitiello in acrobazia all’86° su cross pennellato da Rispoli, ma la sua conclusione sbilenca non impensierisce Carta.
Ancora Ra. Vitiello su calcio da fermo al 90°: a lato di un soffio.
Sembra il de profundis.
Ed invece, nel corso del terzo minuto di recupero, da corner e con anche Califano in area di rigore a cercare il colpo risolutore, arriva il rigore (netto) che può regalare il pari ai padroni di casa. Ingenuo il fallo di G. Forte che, già ammonito, riceve anche il secondo giallo e la conseguente espulsione.

Sul dischetto al cospetto di Carta, uno dei migliori portieri della categoria, si presenta Carofano: pallone a sinistra, portiere a destra, 1-1. Glaciale Paolo, al primo centro in campionato, il terzo con la maglia del Ponza. Un gol prezioso come un uovo Fabergè, pesante come un film di Rainer Fassbinder.

Ed è con questa gioia ponzese che termina l’incontro; Ponza e Real Maranola si dividono la posta, un punto per smuovere la classifica di entrambe le compagini.

 

Difficile commentare una partita così ricca di pathos e nervosismo, ma altrettanto povera di spettacolo ed occasioni da gol. Il pareggio finale è il risultato più giusto per due squadre troppo timorose e confusionarie, incapaci di costruire e produrre pericoli per i due portieri.
Sicuramente è il Real Maranola a poter recriminare maggiormente, essendosi trovato in vantaggio a due minuti dal triplice fischio dell’arbitro; per la terza gara consecutiva i formiani subiscono gol in zona Cesarini.
Il Ponza dal canto suo non ha rubato nulla: gli isolani non hanno concesso praticamente nulla ai neroazzurri di Caruso, salvo poi trovarsi in svantaggio ad un quarto d’ora dalla fine. Una sconfitta sarebbe stata immeritata nonostante la partita opaca e da sufficienza stiracchiata.

Con sette punti in classifica e ben due gare da recuperare, gli uomini di De Santis andranno a far visita al Real Piedimonte nella prossima giornata di campionato: sarà l’ennesimo test per capire se questa squadra può puntare a qualcosa di più di una comoda salvezza.

 

Tabellino incontro

POLISPORTIVA DIL. PONZA: Califano, Vecchione, A. Vitiello, Repele, G. Tescione, G. Vitiello (dal 53° D. Rispoli), Aversano (C), Napolitano (dal 46° Pappa), Ro. Vitiello, Ra. Vitiello, Orlando (dal 74° Carofano).
A disp.: B. Rispoli, Scotti, S. Vitiello, F. Tescione.
 All.: De Santis.
REAL MARANOLA: Carta, Porceddu, Nasta, S. Forte, Purificato, Franzino, Melia (C), Scipione, Vattucci (dal 65° Flauto), Esposito, G. Forte.
A disp.: Sanna. 
All.: Caruso

ARBITRO: Sig. Morea Nazzareno della sezione di Latina.

MARCATORI: 76° Esposito, 94° Carofano (rigore).

NOTE: ammoniti Aversano, Vecchione, A. Vitiello (P), Purificato, Scipione (R); espulso G. Forte (R).

 

I risultati 9a Giornata:

Atl. Cervaro – Real Piedimonte SG 3-1

Castrocielo – I Briganti 1-1

ASD Esperia – Nuova San Bartolomeo 0-1

Marina Maranola – Pro Calcio San Giorgio 1-2

Mistral ASD – San Giovanni Incarico 2-1

AS Penitro – Spinium FC 0-1

Polisportiva Dil. Ponza – ASD Real Maranola 3000 1-1

Vis Ceprano – SS San Lorenzo ASD 5-1

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.