Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0027-027 i-32 l-07_0 0011-0002-03 articolo2 a-monte

La Posta dei Lettori. L’internato montenegrino

Condividi questo articolo

a cura della Redazione
Postaa

 

Il 5 giugno u.s. ci ha scritto un nipote di un internato montenegrino a Ponza; pubblichiamo lo scambio di mail intercorso

 

Buongiorno
mi chiamo Damjan Petrovic e sono franco-italo-iugoslavo.
Se vi scrivo è perché ho letto sul vostro sito un testo di Francesco Ferraiuolo a proposito del campo di concentramento di Ponza (tre articoli: leggi qui – NdR).
Mio nonno che si chiamava Milorad Petrovic fu uno dei circa duecento montenegrini internati durante la seconda guerra mondiale.
Mio padre non sa granché su questa sua prigionia, tranne il fatto che dopo la capitulazione dell’Italia, il nonno fu trasferito assieme ad altri, in Germania (Bergen Belsen, Dora e Buchenwald).
Io che sono suo nipote e che non l’ho conosciuto siccome è morto quando mio padre era giovane, sto cercando informazioni o documenti che lo riguardino. Vorrei ricostruire la sua vita di partigiano iugoslavo che appena finita la guerra fu internato da Tito nel 1948 nel lager di Goli Otok in Croazia, dopo lo scisma con Stalin. Ecco, spero che qualcuno potrà aiutarmi in questa mia ricerca.

Complimenti per il sito: è molto interessante.
Cordiali saluti
Damjan Petrovic


Ha risposto Franco Ferraiuolo, cui dalla Redazione abbiamo inoltrato il messaggio
:
La documentazione sul confino in mio possesso concerne principalmente il periodo che va dal 1928 al 1939. Ho consultato qualche testo sul campo di concentramento di Ponza ma non ho trovato notizie sul Petrovic né un elenco dei montenegrini internati. Bisognerebbe approfondire la ricerca all’Archivio di Stato di Latina.


E’ quindi intervenuta nello scambio, Rita Bosso:
Gent. Damjan,
ho letto la sua lettera; non ho notizie specifiche su suo nonno, ma le darò qualche informazione sull’internamento a Ponza in generale.
– gli internati vivevano in condizioni di grande miseria e precarie dal punto di vista igienico. Le autorità fasciste attribuirono la scarsa igiene allo stile di vita degli internati, ma poi – contraddicendosi – autorizzarono i bagni di mare nella spiaggetta della Caletta del porto per “motivi igienici”.
– l’imprenditore ponzese che doveva fornire gli alimenti agli internati fu accusato di furto perché forniva cibo di qualità e quantità inferiori rispetto al contratto; fu condannato e imprigionato.
– Una signora mi ha confermato che gli internati pativano la fame. La signora, da bambina, fu curata per un’infezione agli occhi da due medici slavi, internati. La madre, panettiera, per ringraziare diede loro due pagnotte, che i medici divorarono.

Le auguro di raccogliere altre notizie. Saluti
Rita Bosso


Informato di tutto Damjan Petrovic ci ha scritto ancora:

Vi ringrazio per la pronta risposta, mi ha fatto molto piacere.

So che mio nonno dopo la capitulazione dell’Italia fu trasferito da Ponza a Buchenwald dove, siccome parlava oltre il serbo-croato anche l’italiano, l’inglese e il tedesco, fu assistente infermiere in quanto era stato prigioniero con alcuni medici, anch’essi internati come lui.
Ho pensato a una cosa: magari potrei inviarLe una photo del mio nonno, chi sa forse sarà uno dei due medici che curarono questa signora. Che ne pensa?
Certamente potete pubblicare la mia richiesta sul vostro sito: non si sa mai..!

Un cordiale saluto dalla Francia e ancora grazie a tutti voi.
Damjan Petrovic

Posizione del Montenegro nell'ambito europeo


Note

Il Montenegro (in serbo-montenegrino Crna Gora) è uno Stato europeo situato nella penisola balcanica e che si affaccia sul mare Adriatico. Confina con Serbia, (Kosovo territorio conteso), Albania, Croazia, Bosnia ed Erzegovina.

Fino al 2 giugno 2006 la Repubblica del Montenegro è stata unita alla Repubblica di Serbia con il nome di Serbia e Montenegro. Dal 3 giugno 2006 il Montenegro è diventato uno Stato indipendente, proclamato a seguito del referendum sull’indipendenza del 21 maggio 2006. La capitale è Podgorica.
È uno stato autonomo membro dell’ONU (notizie da Wikipedia sintetizzate a cura della Redazione)

Immagine di copertina: Centro abitato e baia di Kotor – Montenegro

Mappa Michelin del Montenegro

Minolta DSC

Montenegro. Centro abitato e baia di Kotor

 

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.