Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0003-003 i-23 l-03 60 71 Myriapora truncata

Anticipazioni. Una raccolta di poesie e racconti di Anna Mazzella

Condividi questo articolo

riceviamo in Redazione e pubblichiamo
LARISACCA

 

Gent. Redazione

mia moglie Anna scrive da sessant’anni poesie e racconti ed  è stata convinta a farne una raccolta da stampare con foto di Ponza e altre immagini… È al momento solo una bozza di saggio da correggere e verificare.
Invio copia del Frontespizio e della IV di copertina. Non si ha intenzione di farne una tiratura eccessiva (anche per il costo) e si sta pensando di procedere per prenotazione.
Si vedrà, perché Anna è modesta e… con tanta ritrosia e riservatezza.
Un caro saluto.
Peppino Marciano.

 

Trasposizione integrale della IV di Copertina

Anna Mazzella, isolana, di Ponza e di genealogia molto particolare, sia paterna che materna. È infatti nipote di Silverio bancherrott’ e di Mastuppaul’, noti ed esperti costruttori di barche e di velieri dell’isola e figlia di un vecchio lupo di mare, Capitan Totonno di Silverio, apprezzato Comandante di navi da carico, di petroliere e del famoso yacht “Sylvia” (un due alberi di 43 metri del 1925), ammiraglia dell’edizione “Vele d’Epoca – Classic Yachts Challenge 2010”, evento che valorizza gli antichi gioielli del mare.
Dal 1953 si trasferisce e vive a Formia col suo compagno. Su vecchi quaderni di scuola dalla copertina nera, copia poesie e racconti di una sedicenne innamorata, poi su agende varie sparpaglia quelle di una sposa felice, continuando con quelli di una madre affettuosa di tre figlie, di una gallerista appassionata d’Arte, di una libraia che dispensa Cultura con incontri e convegni di Artisti e Letterati, e per finire, per ora, di una nonna, regina di quattro nipoti. Collabora attivamente alla nascita dell’Atelier di Formia (1980-1984), Istituto Internazionale di Ricerca sul Teatro Contemporaneo, con la Direzione artistica di Giovanni Pampiglione.
Da alcuni amici viene definita… via col vento!
Giovanni la convince a condensare le sue composizioni almeno in un ridotto saggio da dare alle stampe.
Col suo compagno di vita, volano su e giù, di qua e di là, appassionati giramondo. Ora, pur stanca, non solo di volare, continua a scrivere.

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.