Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

2009-07-21_18-51-35 2009-07-21_19-18-35 d-05 i-12 u-36 sfb

Calcio Ponza. XVIII Giornata di Campionato

Condividi questo articolo

cronaca di Giovanni Califano
GOAL

 

XVIII Giornata di Campionato 2014-2015 di II categoria, Girone L
Campo sportivo “San Lorenzo”, Santi Cosma e Damiano

SS. SAN LORENZO ASD – POL. DIL. PONZA : 3 : 1

Tabellino incontro
SAN LORENZO: Di Maio, Corelli, Flagiello, Ionta, Pacifico, Cappelli (C), Lucciola, Zinicola (Carlucci), Rennella (Vezza), Esposito, Di Pastena (Alvino).
All. Rosato.
POL. DIL. PONZA: R. Califano, G. Tescione, Vecchione, Carofano, G. Califano, F. Tescione (dal 78° Serpico), R. Vitiello, R. Napolitano (dal 57° Cerqua), La Torraca (dal 55° Orlando), D. Rispoli (C), Feola.
A disposizione: B. Rispoli.
All. De Santis.

ARBITRO: Sig. Frattaroli di Cassino.
MARCATORI: 20° Pacifico, 52° Di Pastena, 60° Cerqua, 66° Rennella.

Il Ponza dopo due settimane di riposo forzato torna finalmente in campo, ospite del San Lorenzo di mister Rosato.
Campo sempre ostico quello della formazione bianco blu, da dove il Ponza non riesce a strappare punti addirittura dal 2011; un impegno reso ancor più complicato dal buon momento di forma del San Lorenzo, reduce da quattro risultati utili consecutivi.

Scelte di formazione obbligate per De Santis che deve fare a meno di Repele squalificato, Merche, Migliaccio, F. Napolitano e, forfait dell’ultimo minuto, di Aversano, Di Meglio e Fazzone; aggregato per la prima volta in squadra il neo acquisto, il centravanti Domenico Cerqua, ex, tra le altre, della Nocerina (campionato di Lega Pro).
R. Califano tra i pali, difesa a quattro con F. Tescione e Vecchione sugli esterni, coppia di centrali composta da G. Tescione e G. Califano; centrocampo con La Torraca, Carofano, il recuperato D. Rispoli e Feola; in avanti R. Vitiello e R. Napolitano.

Agli ordini dell’arbitro Frattaroli della sezione di Cassino è il Ponza a dare il primo giro al pallone. E si parte subito in apnea, con la Poliponza incapace di respingere gli attacchi decisi dei padroni di casa che fin dalle prime battute schiacciano gli isolani nella loro metà campo.
Primo brivido per il Ponza all’ 8° con una conclusione da fuori area di Di Pastena che trova reattivo Califano che smanaccia in corner. Pochi minuti dopo è sempre il giovane portiere ponzese a salvare su conclusione ravvicinata di Zinicola.
Ponza troppo passivo, San Lorenzo che preme e trova il vantaggio su azione da corner.
Dalla bandierina Zinicola pesca Pacifico tutto solo all’altezza del dischetto e per lo stopper in maglia blu è fin troppo semplice indirizzare il pallone in porta.
E’ il 20° minuto, il San Lorenzo è in vantaggio ed il Ponza, forse, ancora nello spogliatoio.

Lo schiaffo dei padroni di casa sveglia gli uomini di De Santis dal torpore iniziale e finalmente salgono in cattedra gli uomini di qualità come Carofano e capitan Rispoli, ma le occasioni da gol latitano; Di Maio, portiere del San Lorenzo, è spettatore non pagante della prima frazione di gioco.
Il Ponza alza il baricentro e sembra più convinto nella seconda parte della prima frazione; gli uomini di Rosato sono attenti e provano a sfruttare qualche ripartenza, ma il primo tempo si conclude sull’ 1-0, senza altri sussulti.

Nella ripresa il Ponza parte deciso all’attacco, convinto di poter ribaltare il risultato. Padroni di casa rintanati nella propria metà campo ad attendere il giusto contropiede.

Al 52° arriva l’episodio che sembra chiudere il match: su alleggerimento di F. Tescione al portiere, R. Califano subisce l’intervento palesemente falloso di Di Pastena il quale, con la porta ormai sguarnita, insacca il punto del 2-0. Topica clamorosa quella del signor Frattaroli, già fino a quel momento ben al di sotto della sufficienza nella propria direzione di gara; inutili le proteste di tutta la squadra con Califano visibilmente alterato.

Seppur scoraggiato per la modalità del gol subito, il Ponza reagisce rabbiosamente ed il neo entrato Cerqua al primo pallone toccato fa centro riaprendo subito l’incontro: azione spumeggiante sull’out di destra di Orlando, da poco entrato al posto di La Torraca, e cross basso per Cerqua che spinge il pallone in fondo al sacco. Gol al debutto per Mimmo Cerqua, attaccante col fiuto del gol, e Ponza di nuovo in partita.

Il San Lorenzo, fino a questo punto del match in assoluto controllo, sente il fiato sul collo degli uomini di De Santis e si abbassa sempre più dalle parti di Di Maio; Rispoli in percussione scarica al centro, ma Vitiello viene anticipato al momento della conclusione.

La Poliponza aumenta i giri motore e si riversa nella metà campo avversaria, mancando però proprio negli ultimi 16 metri.

Al 66° arriva in contropiede il gol che chiude l’incontro in favore degli uomini di Rosato: verticalizzazione di Di Pastena per Rennella che si presenta a tu per tu con Califano e lo batte con un destro incrociato. Il 3-1 è davvero una doccia gelata per gli isolani.
Con la forza della disperazione e lasciando, come prevedibile, praterie per le ripartenze avversarie, l’undici di De Santis prova a riaprire nuovamente il match; al 74° trivela da fondo campo di Vecchione ed Orlando sul palo opposto non arriva all’appuntamento con il gol del 3-2 per pochi centimetri.

I padroni di casa sfiorano il poker in un paio di circostanze, ma Califano, oggi davvero in giornata, prima devia in corner un tiro insidioso di Lucciola e poi si oppone a Rennella in uscita bassa.
Ultimi minuti nervosi mal gestiti dal direttore di gara che sventola solo il cartellino giallo nei confronti di Flagiello, autore in pochi minuti di due pessime entrate prima su G. Califano e poi su Orlando.

Finale da SS Cosma, San Lorenzo batte Ponza 3-1.

Brusco passo indietro per il Ponza di mister De Santis dopo il bel filotto di prestazioni di gran valore inanellato tra dicembre e gennaio. Indubbiamente le due settimane di stop forzato e le numerose assenze hanno pesato nell’economia della gara, così come le decisioni arbitrali più che discutibili, ma ciò non può valere come alibi ad un primo tempo così abulico e negativo dell’undici isolano. Nella ripresa, seppur in assenza di fluidità della manovra, se non altro si è visto il cuore ed una buona reazione mentale.
Note positive sicuramente le prestazioni del giovane portiere Califano e dei subentrati Orlando e Cerqua, immediatamente in rete.

Il Ponza è ora atteso da un doppio impegno interno consecutivo, prima contro i Briganti e poi con il Colfelice.
Bisogna fare bottino pieno per continuare a sperare nella salvezza.

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.