Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0033-033 a3-23a seb la-chiesa-di-san-silverio Il tunnel "romano" di Chiaia di Luna con le pareti ad "opus reticutatum" Aiptasia mutabilis

“Le luci del faro della Guardia”. S’inaugura a Ponza la mostra degli studenti del Liceo Artistico

Condividi questo articolo

di Luisa Guarino

Locandina Mostra Faro della Guardia

 

S’intitola “Le luci del faro della Guardia. Prospettive di un viaggio alla scoperta della sua importanza e bellezza” la mostra che sarà inaugurata sabato 14 giugno alle 21 nei locali del museo civico di Ponza.
L’iniziativa è promossa dall’associazione culturale Ponza Racconta, con il patrocinio del Comune di Ponza, del Fai, Delegazione provinciale di Latina, e della Presidenza del Consiglio regionale del Lazio.
Le opere resteranno esposte fino al 30 giugno, con orario di visita dalle 21 alle 24.
In mostra i visitatori troveranno cinquanta lavori realizzati dagli studenti del Liceo Artistico di Latina nell’ambito di un progetto educativo di promozione e sensibilizzazione del patrimonio storico, artistico e culturale del nostro territorio provinciale curato da Emanuela Macera, docente di filosofia dell’istituto di Latina, coordinatrice e promotrice delle attività di quella scuola per l’anno 2012. L’iniziativa ha preso spunto dal censimento 2012 “I luoghi del cuore” del Fondo Ambiente Italiano. “La campagna come è noto – sottolinea con orgoglio il capo Delegazione provinciale Fai Fabio Brocco – ha portato il faro della Guardia di Ponza all’acquisizione di ben 31.123 adesioni, che lo hanno fatto posizionare al 6° posto, facendolo rientrare nel novero dei beni da salvaguardare da parte del Fai. Determinante il contributo degli studenti del Liceo Artistico di Latina, con la raccolta di oltre 3000 firme in pochissimi giorni”.

UNA MOSTRA ITINERANTE. Coordinati dal professor Carmine Cerbone, loro docente al Liceo Artistico, gli studenti hanno preparato 50 tele, in cui hanno interpretato il faro della Guardia di Ponza, che ancora non conoscono di persona ma al cui cospetto speriamo prima o poi tutti si possano trovare, “la cui monumentalità va protetta e impreziosita”.
A questo scopo per le loro tele hanno utilizzato i materiali più diversi. Ricordiamo a chi non ne fosse al corrente che questa mostra può già contare su un bel curriculum. Infatti a marzo, in occasione delle Giornate di Primavera del Fai, le opere sono state esposte nella chiesa di San Michele Arcangelo di Sermoneta, dove peraltro gli studenti di Latina, com’era già accaduto nel 2013, hanno fatto da guida ai visitatori giunti per l’occasione sul posto. Lo scorso mese di maggio poi l’esposizione si è trasferita nei locali del prestigioso e centralissimo Circolo cittadino “Sante Palumbo” di Latina. E ora finalmente, dopo promesse fatte fin dal lontano novembre 2012, la mostra fa tappa ‘a casa’, nella sua location ideale, nel momento clou per la comunità di Ponza, che il 20 giugno celebra con una lunga serie di festeggiamenti già avviati da tempo il patrono dell’isola, San Silverio.

Riteniamo sia motivo di ulteriore orgoglio essere protagonisti di una mostra in corso proprio per la festa più importante dell’isola.
Ricordiamo inoltre che nei giorni di apertura di questa esposizione, i locali del museo civico di Ponza, in Via Roma, disporranno di uno spazio riservato alle fotografie e ai disegni che hanno vinto di recente  i concorsi organizzati dall’associazione culturale Ponza Racconta.

 

In condivisione con: www.corrieredilatina.it  del 13 giugno 2014

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.