Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0036-036 2009-07-21_18-51-35 2009-07-21_18-54-33 bn2 p-04 Spugne, briozoi e astroides

Comunicato della giornata “L’unione fa la pizza”

Condividi questo articolo

di Erminio Di Nora
Stampa

 

Una bella giornata, martedì 28 maggio: una pizza, un pò di musica, tante persone, ciascuna con la propria storia da raccontare, e a fare da cornice il giardino del Ristorante Pizzeria da Chinappi di Formia (per la presentazione dell’evento, leggi qui)

Nonostante il “padrone di casa”, Franco, fosse stato ricoverato domenica scorsa per un problema cardiaco, la famiglia ha voluto comunque ospitare questo evento.

Francesco Conte ha realizzato alcuni disegni, uno per ciascuna  delle associazioni intervenute, e per quelle che non hanno potuto partecipare.
Dopo “La Cozza si fa Bella”, il giovane artista ha voluto fare un un omaggio all’Aquilone, a La Fonte, a Mamma Margherita, al Centro Maricae, allo stesso Chinappi, e al Vice Questore Paolo Di Francia, intervenuto per portare il saluto  del Commissariato di Formia, ribadendo la vicinanza al territorio, alle persone, e la sua personale disponibilità a trattare insieme quei problemi che possono interessare il mondo del volontariato.

la pizza

 

nel giardino di Chinappi

 

La pizza nel giardino, da Chinappi

 

Vice Questore Di Francia ospite de L'unione fa la Pizza

 

Vice Questore Di Francia ospite de “L’unione fa la Pizza”

Un’ottima pizza condita con dediche musicali e tanti sorrisi hanno allietato la giornata.
Qualche ora trascorsa uniti da un solo obiettivo: la condivisione della gioia e una ospitalità fuori dal “comune”.

 

L’unione fa la pizza

Siam diversi e diseguali,
non odiamo i nostri mali,

quei trasformano in purezza,
la freschezza della brezza,

di una vita colorata,
sempre meno inadeguata.

Non abbiamo velleità,
ma soltanto verità,

che i normali san celare,
per timore di crollare.

E’ l’amore senza veli,
che va limpido nei cieli,

vive dentro i nostri cuori,
che a noi piacciono a colori.

Son diversi, cosa importa,
è la vita che li porta,

sono proprio come i vostri,
senza artigli e senza rostri,

ma per farli funzionare,
è importante farli amare.

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.