Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

h-12 u-25 a-03 m2-25 98 tiro-della-barca-in-secco

Sbaraccopoli

Condividi questo articolo

di Sang’ ’i retunne
Baraccopoli verticale by Mordillo

 .

Sang’ ’i retunne – Gigi’ hai saputo? Devi smontare la baracca.
Gigino – E chi lo dice?

Sr – `U sinneche ha fatto l’ordinanza.
Gg – E che ce ne fotte a isse d’a barracca mia?

Sr – Ha ditt’ ch’è brutta e dà fastidio a’ gente. Inzomma, fa schifo.
Gg – E quala gente? …ccà ’nc’è rimasto chiù nisciune!

Sr – È solo l’inizio, sarà sempre così, e Ponza ti ringrazierà.
Gg – A me, me ringrazia Ponza!? …pecchè lev’ a barracca?

Sr – E sì, così è scritto.
Gg – Da una parte è meglio… Finalmente me pozz’ gude’ ’nu poco ’i piazza.

Sr – Gigi’, ma quala piazza? E mò che c’entra?
Gg – Comme che c’entra. Si mò levano tutte i barracche, ’a piazza è libera, e ’a stagione finalmente me pozz’ assetta’ ’ngopp’ ’u muro.

Sr – Azz, nun c’avevo pensato.
Gg – Ma è mai possibile che piense sempe che ’u sinneche ci’allave cu nuie? Quello per liberare la Piazza, il Corso, Sant’Antonio, Santa Maria e Le Forna, ha fatto ’na cosa  ’mbaranza. Nun puteva fa’ vede’.

SR – Gigì, non ti vorrei disilludere, ma nun me pare che ’a cosa è propri’accussì.
Gg – A nooo? E comme sarebbe? Famm’accapi’.

Sr – ’A barracca toia è ’i tela, fierre e legnamm’ e po’ l’è fatta tu, sta ’mmiezz’a campagna e là non sta bene.
Gg – A pecchè chell’ d’a piazza so fatte d’oro e argiente e l’hanno fatte i scienziati?

Sr – Gigi’, ma dint’a toia ce stanne pure i scarrafùne. E poi là è in piazza e si può fare!
Gg – S’i teng’ i scarrafune, dint’i ‘llore ce stann’ i zucculune, i ciucciuvettole e pure cocc’ ciuccie.

Sr – E sì, ma chille portano i soldi, tu che puorte?
Gg – Sient’ a ’mmè! I mò smonto ’a barracca e ‘a metto sotto ‘u tilorgio d’a piazza e te faccio vede’ io che porto. Tengo o non tengo diritto pure io di avere una barracca pe’ vennere ’u rrumm’?

 

Immagine di copertina: vignetta di Mordillo (cliccare per ingrandire)

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.