Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

30 114 51 57 arrivo-in-spiaggia Forme multicolore di spugne incrostanti

La scelta di Ponza. Intervista a Carlo Ponzi. (2)

Condividi questo articolo

a cura di Sandro Russo

.

Per l’articolo precedente, leggi qui

.

E poi?
Nel dicembre 2011, presentatasi una favorevole occasione, sono andato in pensione. Qualche mese prima avevo fissato una casa per tutto l’anno, al Montagnone, appunto. Ma non è stata una preferenza di Le Forna rispetto a Ponza; solo che a Ponza è difficile trovare case in affitto per tutto l’anno e comunque tutta la zona di Le Forna è bellissima.

Dalla casa al Montagnone.OK
Scorcio dalla casa ‘al Montagnone’

A Le Forna è anche stata installata la videocamera di www.meteoponza.it/ ‎[già presente in link sul sito di Ponza racconta – Cfr sul sito, al riquadro in alto a destra: OCCHI SU PONZA] che fornisce dati affidabili in tempo reale delle condizioni meteo sull’isola di Ponza

Web cam su Palmarola

 

La schermata della webcam puntata su Palmarola


Torniamo alla scelta. Perché proprio Ponza?

Sono diversi i motivi che mi hanno spinto alla scelta dell’isola di Ponza invece di altri posti.
Il mio amore per il mare, la bellezza dell’isola, il positivo inserimento nella vita sociale e, ma di primaria importanza, la distanza da Roma dove ho i miei interessi e i miei figli; anche se per motivi diversi, entrambi momentaneamente vivevano a l’Aquila.

Come ti sei trovato a Ponza?
Bene, ho vissuto l’isola in tutti i suoi aspetti soprattutto naturalistici, dal mare alle grandi escursioni, sopra al Semaforo e al Faro della Guardia. L’ho trovato un posto unico… incantevole, tanto da volerci tornare con uno dei fanalisti, dopo aver trovato il cancello chiuso, la prima volta.
Ricordo bene che sono arrivato dalla stradina, parecchio malmessa, che viene da Ponza e girato il sentiero mi sono trovar di fronte uno spettacolo di una bellezza unica, il Faraglione, sulla cui sommità è stato costruito “il Faro della Guardia”.

Faro della Guardia con scia di aereo. By Carlo Ponzi.OK

 

E ti sei incrociato con Ponza racconta! …Ma arriviamo alla decisione ‘imprenditoriale’. Vivere bene a Ponza non necessariamente spinge ad aprirci un esercizio commerciale…
Infatti non era proprio una mia necessità primaria: ma in questo periodo a Ponza ho stabilito un legame importante con una persona che a Ponza vive, anche se non è di qui;  l’entusiasmo e la forza per cominciare una nuova attività non sono mancate e quindi aiuto anch’io in questa avventura…

Qui ci ricolleghiamo al resoconto di Martina. Ma perché nel settore della ristorazione?
Beh, per una serie di circostanze fortunate. Aver trovato un buon locale, già adatto allo scopo con cucina e frigoriferi già impostati; poi una cuoca bravissima e diciamo anche, aver identificato una nicchia di consumatori interessati ad un prodotto di qualità, senza il tempo e il denaro per un vero ristorante.
Poi era anche un mio interesse: qualche anno fa ho conseguito il diploma di sommelier AIS che è l’associazione più prestigiosa nell’insegnamento della degustazione del vino, consiglio a chiunque di frequentare anche magari per il solo corso di 1° livello.

Ecco, veniamo ad altri tuoi interessi…
Non se se si può definire un interesse, certamente un impegno importante, è seguire i miei figli: il grande ha 32 anni con uno spirito artistico che lo spinge a continui cambiamenti e relativi pensieri da parte mia; la ‘piccola’ ne ha 24 e frequenta, con ottimi risultati, il 5° anno di Medicina e Chirurgia presso Università dell’Aquila.
Ad entrambi sono molto legato ovviamente e manteniamo un ottimo rapporto, se quello tra padre e figli può definirsi “rapporto”: …per me è molto di più!

Carlo Ponzi con i figli Chiara e Matteo

Carlo Ponzi con i suoi figli, Chiara e Matteo

Sport? Altro?
Da giovane giocavo a basket; sono un appassionato giocatore di golf, ma a Ponza…
Ah! Seguo, in modo attivo, le attività della pattuglia acrobatica dell’Aeronautica Militare “Frecce Tricolori”.
Poi, a parte la novità del locale, che mi prende comunque molto tempo, la fotografia, internet, l’aggiornamento del sito meteo (v. sopra) …e relativa manutenzione.
E poi la nuova collaborazione, appena iniziata, con Ponza racconta

Bene, ti leggeremo volentieri…
Auguri Carlo, per tutti i tuoi progetti..!

.

[Intervista a Carlo Ponzi. (2) – Fine]

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.