Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

h-31 u-09 t2-9 m2-10 ss03 hp0055

“Comunicato Gemellaggio” della Pro-loco di Ponza

Condividi questo articolo

di Emilio Aprea

Gemellaggio Aglientu-Ponza

.

ASSOCIAZIONE PRO LOCO

“Isola di Ponza”

 

Ponza 2 ottobre 2013
Ufficio informazioni: Molo Museo snc. – Tel. 0771/80031

 

Da Ponza alla Sardegna, nel comune di Aglientu, per costruire un ponte simbolico tra due comunità apparentemente lontane eppure unite dal filo di una storia mai dimenticata.
E’ l’idea del gemellaggio- organizzato dalla Pro-loco dì Ponza con la Pro-loco di Aglientu, proprio lungo queste coste galluresi vivono attualmente decine di famiglie originarie della piccola isola del Tirreno.

Nei primi anni del ‘900 e per tutta le prima metà del secolo scorso, intere famiglie hanno iniziato ad abbandonare Ponza, alla ricerca di un futuro migliore. Alcune lo hanno trovato e sono rimaste in Sardegna, contribuendo fattivamente allo sviluppo della nuova “terra”.
Integrazione perfetta tra uomini di mare e uomini di montagna, ciascuno aveva delle peculiarità che servivano e sarebbero servite a gettare le basi per uno sviluppo sempre crescente.
L’isola madre non è stata mai dimenticata e ancora oggi, i figli ed i nipoti dei primi ponzesi sbarcati sulle coste sarde, mantengono vivo il legame con i parenti e gli amici rimasti a Ponza.

Un legame centenario tenuto vivo dal culto di San Silverio, Papa e martire, patrono di Ponza.
Gli isolani non hanno mai dimenticato le proprie origini e in onore del Santo, hanno edificato con tanti sacrifici e devozione, una piccola chiesa nei comune di Aglientu nella zona denominata “Punta de li francesi”.

Lo scorso fine settimana, una delegazione di 40 ponzesi, guidata dal sindaco Piero Vigorelli, dal presidente della Pro Loco Emilio Aprea, dai presidente della Comunità Arcipelago Daniele Coraggio, è tornata nei comuni sardi “colonizzati” dai ponzesi.

Il viaggio è stato offerto dall’armatore Vincenzo Onorato, ponzese doc, da sempre legato all’isola e alle sue tradizioni, mettendo a disposizione il passaggio marittimo oltre ai vari pranzi a bordo della MOBY WONDER.

“Un viaggio che ha contribuito a rinsaldare un legame di affetti, ricordi, tradizioni mai sopiti. E’ stato emozionante parlare della mia isola, nei consigli comunali di Aglientu, Trinità e Santa Teresa; abbiamo ricevuto una grande accoglienza, persone semplici che semplicemente hanno dimostrato affetto per la comunità ponzese, perfettamente integrata in Sardegna. Un ringraziamento sentito, va ai sindaci Antonio Tirotto (Aglientu); Anna Muretti (Trinità d’Agulto); Ilario Pisciottu (Santa Teresa di Gallura) e all’instancabile Quinto Zizi, presidente della Pro Loco di Aglientu, che ha offerto il soggiorno agli isolani e l’accorta e impeccabile ospitalità per la due giorni in terra sarda.

 

A giugno, ricambieremo l’ospitalità senza modificare il senso del gemellaggio; San Silverio ha ispirato il nastro viaggio e San Silverio accoglierà i ponzesi sardi, poiché il 9 giugno inizieranno i festeggiamenti in Suo onore”.

Il Presidente della Pro-loco
Emilio Aprea

.

Nota della Redazione – Per il dettagliato resoconto (con foto) della Manifestazione, pubblicato sul sito da Sandro Vitiello, leggi qui

Condividi questo articolo

1 commento per “Comunicato Gemellaggio” della Pro-loco di Ponza

  • francesco ferraiuolo

    Quale partecipante al viaggio in Sardegna, sento il dovere di esprimere all’Associazione Pro Loco di Ponza le più vive congratulazioni per l’iniziativa del gemellaggio con l’Associazione Pro Loco di Aglientu, che è stata condivisa anche dalla nostra amministrazione comunale.
    Personalmente, dò volentieri atto, con ciò pensando di interpretare anche il sentimento di tutti i componenti della delegazione ponzese, della calorosa accoglienza, della grande premura, della squisita ospitalità nonché della perfetta organizzazione dimostrata dall’Associazione Pro Loco di Aglientu, con in testa il suo eccellente Presidente Quinto Zizi, i suoi infaticabili e numerosi collaboratori, che hanno fatto di tutto per metterci a nostro agio anche con l’apporto prezioso dei simpatici Sindaci e amministratori dei comuni visitati.
    Credo sia giusto esprimere un particolare e sentito ringraziamento all’Armatore della Moby Line, Vincenzo Onorato, il quale, degno figlio dell’indimenticabile Achille, anche in questa occasione, da grande gentiluomo qual è, ha voluto dimostrare il grande affetto che nutre per la nostra Isola offrendo a tutti noi ponzesi partecipanti al viaggio, gratuitamente, il passaggio marittimo comprensivo di vitto ed alloggio nelle cabine.
    Infine, ma non ultimo, esprimo un personale ed affettuoso ringraziamento anche al nostro Presidente dell’Associazione Pro Loco di Ponza, Emilio Aprea, il quale ha dimostrato le sue egregie capacità organizzative, logistiche e di rappresentanza nonché grande disponibilità e attenzione nei confronti di tutti i componenti del gruppo della delegazione.

Devi essere collegato per poter inserire un commento.