Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0004-004 foto-0002 p-16 u-03 ernesto-b k2-29

Anticipo di Stelle. Sappiamo tutti cos’è l’Astronomia di strada? (“Street astronomy”)

Condividi questo articolo

a cura della Redazione

 

Anche detta Sidewalk or Street Corner Astronomy, l’attività conosciuta come “astronomia di strada” si riferisce alla pratica di posizionare un telescopio in un contesto urbano, per mostrare il cielo e le sue strutture – la luna, il sole, i pianeti – a fini di lucro o anche semplicemente, da parte di appassionati, per intrattenimento e educazione del pubblico interessato.

Questa pratica ha preso piede a partire dai primi del ’900, di pari passo con le innovazioni tecnologiche dell’epoca

New York 1921. Telescope on street corner sidewalk

Sebbene le città siano luoghi ad alto inquinamento luminoso, non ideale per le attività astronomiche, gli esperti tendono a concentrare tali attività in momenti di particolare limpidezza del cielo o in luoghi dove interferenza da parte della luce artificiale è minore. Pare che l’alta montagna – così come le isole (!) – siano l’ideale per queste condizioni.

Durante il giorno le attività di “astronomia di strada” prevedono l’applicazione di filtri tali da permettere alle persone di guardare il sole stesso senza danni. Per questo sono in uso apparecchiature più sofisticate di quelle amatoriali.

La maggior parte di noi non aveva mai fatto una esperienza del genere prima dell’evento organizzato lo scorso anno a Ponza per la prima volta, coordinato da un gruppo di astrofili esperti, appartenenti all’APA – Associazione Pontina di Astronomia –  che hanno aperto nuove frontiere alla nostra curiosità e conoscenza, con eventi sia diurni che notturni.

Logo APA

Questa è un (parziale) resoconto dell’evento dello scorso anno (luglio 2012):

“…il primo incontro di “Street Astronomy” è svolto a Ponza, sul marciapiede di Sant’Antonio. Una iniziativa che ha rispettato in pieno le nostre aspettative. Molta gente interessata ed incuriosita da questa postazione con due telescopi, si è fermata a  sentire ed a vedere cosa avevamo da mostrare: il Sole e Venere.

Prime esperienza di astronomia da strada. Ponza 2012

Per la maggior parte delle persone, il telescopio è uno strumento da usare la notte per osservare il cielo. Ma pochi sanno che, con le opportune protezioni, è possibile rivolgere questo strumento verso la nostra Stella e apprezzarne alcuni aspetti; vederla vivere e pulsare.

Venere poi ha destato un vero stupore. La sua falce, simile alla Luna è quella che ha permesso a Galileo di capire che Venere non gira intorno alla Terra, ma intorno al Sole.

Ne abbiamo approfittato per pubblicizzare l’evento della sera sulla piazzetta di Calacaparra. E molte delle persone contattate effettivamente sono venute”.

 

Quest’anno, a grande richiesta, si replica, secondo il programma e i tempi riportati sulla Locandina.

Ponza delle Stelle 2013Cliccare sull’immagine per ingrandirla

E allora, accendete la curiosità e… buon divertimento!

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.