Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0013-013 0014-014 h-36 u-24 p-04 Astroides calycularis

Diario di una missione, il mio primo libricino

Condividi questo articolo

di Martina Carannante

.

Tornando a parlare di numeri, sulla scia dell’editoriale (leggi qui), sono state pubblicate sotto il titolo: “Diario di nonno” circa otto puntate in cui veniva narrata la storia di una missione vissuta da mio nonno marinaio per la Regia Marina italiana.
Un giorno della scorsa estate, incontro per caso e mi intrattengo a chiacchierare con Franco De Luca. Parlando del più e del meno mi dice: – “Marti’, allora la fine di questo diario a quando? Mi hai fatto recuperare e stampare tutte le varie puntate e mò mi tieni con il fiato sospeso?!
Io gli anticipo della pubblicazione della conclusione a giorni.

Qualche giorno dopo, al banchetto per recuperare delle firme per il Faro della Guardia, si ferma Paolo Mazzella. Si parla del faro, dei miei studi e progetti… e lui mi dice: “Marti’, il diario è finito, ma mi pare che mi sono perso qualche puntata… come devo fare? 
È da qui che parte l’idea di pubblicare il diario in toto. Contatto Franco De Luca, il primo a mettermi questa pulce nell’orecchio, e gli chiedo aiuto. Dopo vari incontri, messe a punto e arrangiamenti il 22 dicembre ritiro in copisteria il mio libricino stampato: “Diario di una missione, presentato da Martina Carannante”.

Il mio intento, in questa presentazione, non è farmi pubblicità o autoelogiarmi, ma rendervi partecipi della mia gioia, resa possibile anche dall’interesse con cui i lettori di Ponza racconta hanno seguito e apprezzato il mio lavoro.

I miei ringraziamenti vanno:
– alla mia mamma, che mi ha aiutato a tradurre e trascrivere spesso parole incomprensibili;
– a Franco De Luca che mi ha aiutato manualmente nella pubblicazione del libricino;
– a Sandro Russo, che mi ha spinto a pubblicare questo racconto sul sito;
– ultimi, ma non in ordine di importanza, a tutti voi Lettori che con passione ci leggete e ci spingete a fare sempre meglio.

A presto su queste pagine

Martina

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.