Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

2009-07-21_18-53-53 k2-32 v-10 ss27 14 99a

Riorganizzazione della società

Condividi questo articolo

di Vincenzo Ambrosino

Non c’è chi tira più le barche sotto Mamozio, è una verità da molto tempo!  Deduzione: non c’è più solidarietà tra gente di mare? L’unica cosa che c’è in questo momento: da una parte “La Priezza” che si attiva concretamente con la gente e dall’altra l’amministrazione comunale arroccata nel suo fortino. Rimane l’incomunicabilità di chi detiene la delega popolare a risolvere i problemi e i cittadini che sono attivamente interessati a che si arrivi a soluzioni condivise per cui efficaci. Chi deve riallacciare i fili della comunicazione Amministrazione-cittadini?
Questa domanda la rivolgo agli amministratori a cominciare da Franco Ambrosino e (visto il successo della manifestazione) al Gruppo “La Priezza”. Abbiamo bisogno di promuovere dibattiti con gli amministratori per discutere di Piano Regolatore, Pua, Sviluppo dell’edilizia, riorganizzazione del Commerco e del territorio. Bisogna passare dall’emergenza legalista alla vera fase di riorganizzazione della società. Incontri dove di volta in volta possano intervenire, le categorie interessate, i cittadini, le associazioni.

 

Condividi questo articolo

1 commento per Riorganizzazione della società

  • Francesco Ambrosino

    Sfida raccolta, ma caro Vincinzo non può considerarsi un arroccamento, la non presenza di parte dell’ amministrazione comunale ad una manifestazione quando questa nasce ( ed è indubitabile) in un clima di delegittimazione e di scontro, frutto ancora dei postumi delle recenti consultazioni amministrative. L’amministrazione ha promosso incontri con i rappresentatnti delle categorie ed ogni atto messo in campo, è stato condiviso con questi soggetti. Qunindi ben vengano gli incontri con le categorie, ma ritengo che sia utile, per il fine primario che dovrebbe essere la salvaguradia degli interessi di tutti gli isolani, che a queste manifestazioni ci si ponga con spirito costruttivo e non ideologicamente belligerante.
    Un saluto Cordiale

Devi essere collegato per poter inserire un commento.