Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0042-042 u-11 u-16 t3-7a foto-03 ponza-cala-feola-sottocampo-raffaele-sandolo-con-la-nonna-avellino-maria-moglie-di-emiliano-sandolo-1955

Libro su Ponza

Condividi questo articolo

di Paolo Iannuccelli

 

L’arrivo di un Kindle ha comportato per noi la scoperta di una serie di nuove opportunità che solo pochi anni fa sarebbero apparse fantascientifiche. Abbiamo utilizzato l’account della grande libreria di New York, che possiede un fiorentissimo catalogo digitale, per fare un “giro di prova”, abbiamo provato a digitare un nome a caso: Ponza. E’ apparso l’elenco dei testi disponibili, all’improvviso abbiamo scoperto un titolo nuovo: “Peril on Ponza”, romanzo scritto dalla nota scrittrice californiana Aileen Nowatzky, pubblicato a ottobre 2011. 

Mentre attendevamo l’invio di un riassunto, abbiamo provato cosa avesse potuto creare questo pericolo su Ponza. Una biografia non autorizzata della commissaria prefettizia da poco insediatosi? La traduzione in inglese del Pai (Piano Assetto Idrogeologico) con le 44 prescrizioni?
Il testo è arrivato ed abbbiamo cominciato a leggerlo.
Un interessante thrilling, ambientato nel mare di Ponza con messaggi ambientali da decifrare, morti sospette, indagini a tutto campo con buona conoscenza dei luoghi ponzesi e degli annosi problemi come la spiaggia di Chiaia di Luna chiusa.
Abbiamo acquistato e scaricato la versione completa del libro per un totale di 216 pagine, cominciato a leggerlo e consigliamo di farlo a che è appassionato a questo genere, anche perchè chissà quando e se verrà tradotto in italiano.
Il finale, ovviamente, è una sorpresa.
Intanto, raccontiamo qualcosa. La vita dei pesci isolani è sconvolta. Le cozze sono state contaminate nei tre mesi precedenti e chi ha tentato di risolvere il problema è rimasto ucciso. Le perplessità causate dall’incontaminazione provocano l’interesse della polizia locale che chiede aiuto a colleghi stranieri.
Una coppia di agenti segreti, operanti a Napoli, arriva sull’isola nella veste di giornalisti.
Bev e Brian Moore cercano di scoprire il mistero. I due fanno delle accurate ricerche su cosa sta succedendo a Ponza e scoprono pericolose attività come rapimenti, violenza e morte. La giovane coppia americana pensa a un complotto internazionale per ribaltare le regole democratiche.
Cosa succederà è un vero e proprio mistero, le velocità non esiste, si indaga lentamente. Si adopera persino l’avanzato progetto SeaDarq, uno studio riguardante la possibilità di estendere quantitativamente e qualitativamente le informazioni disponibili a video, provenienti da qualsiasi radar di navigazione.

La scrittrice Aillen Nowatzky è laureata in lingue, insegna in un college ed è una valida traduttrice.
Ha scritto storie fantasiose e viaggiato moltissimo con il marito. E’ convinta naturalista, docente nell’area di Los Angeles.
Ma non finiscono qui i libri di successo. “La guerra di Ponza” è un volume scritto da Demon Mark e Cipson Ray e pubbblicato da Lo Vecchio nella collana Romanzi.
Perché il titolo “La guerra di Ponza” è facile immaginarlo.
Sono i primi giorni susseguenti la tragedia del jet della compagnia Itavia in volo da Bologna a Palermo. Il tutto fu definito la strage di Ponza visto che l’ultimo segnale radar proveniva dalla stazione dell’areonautica militare ponzese. Poi si scoprì che l’ultimo segnale proveniva da Marsala e si parlò di strage di Ustica. L’atmosfera di romanzo giallo con situazioni a incastro scandiscono metro per metro le vicissitudini patite dagli ignari passeggeri che rende viva la memoria di uno dei più tragici avvenimenti della storia italiana, ancora insoluto.
Gli autori raccolgono fedelmente i fatti come riportati dalle inchieste giudiziarie.

 

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.