Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0041-041 0045-045 g-01 k2-20 capone-silverio-01 casa-di-vincenzo-darco

La filastrocca del dente caduto

Mi sono ricordato questa filastrocca che si recitava quando da bambini cadevano i denti da latte.

In genere si prendeva il dentino caduto e si andava a nascondere in qualche anfratto recitando:

Sant’Antuono, Sant’Antuono

tecchete ‘u viecchie e damme ‘u nuovo

e dammell’ tante forte

pe’ scassà (o rusecà) feneste e porte

Franco Schiano