Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

d-05 foto-02 scotti-e-bis 114 la-spiaggia Spugne e astroides si contengono lo spazio

‘O munaciello e ‘a janara, stasera alla Caletta

di Luisa Guarino


.

Prosegue a Ponza il Summer Festival 2021, che sera dopo sera propone tanti appuntamenti diversi spaziando tra musica, teatro, presentazioni di libri, incontri su temi vari. In tale contesto la rassegna teatrale Temis organizzata da Acts (Associazione culturale top spin) Theater presenta oggi alle 22 sul palco allestito alla Caletta del porto una gustosissima ‘prima’ dal titolo “‘O munaciello e ‘a janara”, di Irma Ciaramella, per la regia di Francesco Maria Cordella: entrambi ne sono anche i protagonisti; scenografia di Armando Raponi; aiuto regia Michele Vitiello.


Lo spettacolo racconta di due spiritelli bambini non del tutto consapevoli della loro condizione di ‘spiriti’, che si muovono intorno a un pozzo, e attraverso il gioco del teatro rivelano agli spettatori, ma anche a sé stessi, sogni, paure e desideri. Le figure del munaciello e della janara appartengono alle credenze e alle tradizioni popolari ponzesi: ‘u munaciello è paragonato a uno spiritello a volte divertente a volte dispettoso che viveva all’interno delle case di una volta, mettendo a dura prova la sopportazione dei suoi abitanti. Per janara invece si intende perlopiù una strega, anche se il termine veniva, e forse ancora viene, riferito anche a una donna particolarmente aggressiva, al punto da essere paragonata a un animale selvatico.

Lo spettacolo odierno è stato preceduto ieri nella stessa location da un “salotto esoterico” sugli aspetti misteriosi della Ponza antica, a cura di Silverio Mazzella della libreria ponzese Il Brigantino, che ha trattato anche delle due “presenze” protagoniste della rappresentazione di questa sera. “‘O munaciello e ‘a janara” fa parte della rassegna denominata da Cordella “Temis 2021”, in cui Temis è l’acronimo di Teatro Misterico Sacro, che “rappresenta l’occasione di scambio, di crescita, di trasformazione collettiva alla quale gli spettatori sono chiamati a partecipare”.
Due degli eventi in programma si sono già svolti: ne seguiranno ancora altri tre, il 31 luglio, l’8 e il 14 agosto.

Devi essere collegato per poter inserire un commento.