Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

s-06 37 dramatherapy-dancing-boat corrida23 polverini premiazione-vincenzo-onorato

Viaggio al termine di una notte di luglio

di Silveria Aroma

.

Ero andata a dormire poco dopo le due, stanca come ogni notte.
La sirena di una delle svariate ambulanze che passano in questi giorni mi ha fatto sobbalzare.
Non ero ancora del tutto sveglia ma il pensiero dei figli, la preoccupazione per loro, era già in funzione.
Ho aperto la porta della camera di uno, era lì, nel suo letto. Ho cercato con il pensiero l’altro e ho desistito all’idea di chiamarlo a quell’ora.

Due ragazzine sotto la mia finestra a passo di cowgirl:
– Hai fatto bene – insisteva la prima con forza.
– No! Non avrei dovuto concedermi così – piangeva la seconda.
Sedici anni?!
I tempi cambiano, non sempre in meglio.
L’ ottica di “Darlavia” va bene, ma con gusto e buongusto. Sono invecchiata, mi rendo conto.

Scendo o non scendo?! Il cielo offre colori magnifici e Venere regna in cielo.
Almeno secondo la mia App che mappa le stelle, e che mi indica come il pianeta Venere  l’astro luminosissimo che vedo nel passaggio dalla notte all’alba.

Scendo guardinga, ma la confusione arriva dal porto tradotta in cori e arrampicate.
Ho sete, già si avverte il calore del giorno. Acqua fresca e abbondante, poi caffè.
La luce cambia. Mi prende la voglia di una nuotata nel riverbero dell’aurora.

Comincio a pensare di chiamare i miei zii per un tuffo.
Passano altre due ragazze e la seconda comincia a urlare: – Aiuto, aiuto!
Tolgo l’occhio dall’obiettivo e cerco di capire cosa sua succedendo…
– Salvatemi! – insiste la giovane…
Io continuo a non capire.
– C’è un gatto, un orribile (mostruoso, aggiungo) – gatto nero!
Povero gatto.

L’ aria si rischiara. Sfilano in solitaria prima un disperato maschietto in calzoncini che sembra aver perso qualcosa, poi  un altro – in camicia rosa e volto affranto – che si ferma a contemplare lungamente il mare… e il naufragar gli è dolce, forse.
Senza branco sono cupi e silenziosi.

Arrivano i miei compagni di nuotata, un tuffo nel rosa e nel silenzio; un dono prezioso.
Il sole adesso splende alto sui nostri caffè.
Ma l’incanto dura poco, le notizie di “guerriglia demenziale” inondano i social… e il tutto sembra assolutamente fuori controllo.
Passerà e dimenticheremo tutto anche stavolta?!

Devi essere collegato per poter inserire un commento.