Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

2009-07-21_19-18-26 i-12 ss-21 105 5 arrivo-in-spiaggia

Aria di festa, in un’isola sottotono

di Martina Carannante

.

San Silverio è arrivato anche se quasi nessuno se n’è accorto, come dice la Signora Lola: mi affaccio al balcone, vedo le bandierine e mi ricordo che è per San Silverio.

L’entrata della festa è stata molto silenziosa ed anche i giorni successivi non sono stati più caotici; il pensiero comune, però, era quello di non dimenticare la festività del nostro Santo patrono, così, anche senza luminarie, tutti si sono prodigati ad addobbare il proprio quartiere, la propria casa ed attività.

Dalla chiesa madre, con le luci della litoranea, prese in prestito al comitato di San Giuseppe, a punta Incenso, Ponza si colora con fiocchi gialli e rossi, coccarde, bandierine e gran pavesi. È il primo anno in assoluto che accade una cosa del genere. Normalmente, sebbene San Silverio sia il patrono di tutta l’isola, è la zona del porto, fino alla spiaggia di Santa Maria ad essere addobbato a festa. Gli amici e parenti fornesi, scendono giù a godere della festa, della processione e delle novene. Quest’anno, a causa del Covid- 19, che tanto ci ha separati,  ci si riunisce; la processione percorrerà tutte le strade dell’isola che verranno benedette; quindi ogni luogo deve essere pulito e “bardato” a festa.

Devo ammetterlo, mi ha provocato emozione vedere la zona della Piana, dei Conti e di Calacaparra ricca di bandierine e festoni, quasi come a spazzare via quella stasi, quel silenzio assordante che continua ad incombere.

Anche l’arrivo della nave dall’ Elba è stato silenzioso, non uno sparo, non una sirena e neanche la Banda Musicale Isola si Ponza, era ad attendere allo sbarco.  In luogo della consueta Giraglia la nave si chiama Stelio Montomoli – Portoferraio, Toremar. E’ arrivata durante lo svolgimento della novena, circa le 19.15 di ieri giovedì 18, e Don Ramon ha fatto suonare le campane a mo’ di saluto.
Tutto nel rispetto delle regole, nel rispetto della tradizione, ma soprattutto in un’atmosfera sospesa.

Mancheranno anche i tanti “Parenti Americani” che proprio in questo periodo rimpatriavano per festeggiare il Santo patrono, e passavano per la piazzetta con le maglie rosse con il logo di San Silverio Shrine, fortunatamente la festività capita di sabato, quindi un po’ di affluenza sull’isola ci sarà, e quel torpore di inizio settimana svanisce; chissà domani come sarà e se il caro San Silverio gioisca o meno di questa situazione, sicuramente questi festeggiamenti li ricorderemo per sempre.

W San Silverio

Devi essere collegato per poter inserire un commento.