Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

h-30 30-07-2005-12-05-23_0000 30-07-2005-19-32-10_0004 sh 42 86

Ponza e lo stallo del turismo. Intervista a Enzo Di Giovanni

Segnalato dalla Redazione

.

Isole pontine al palo, in attesa di ripartire. Speranza, timore, voglia di ricominciare.
Con il redattore di Ponzaracconta, Enzo Di Giovanni, la giornalista di Soundcloud Milena Mannucci fa il punto sulla gestione del lockdown, sullo stato d’animo dei ponzesi e le proposte per ripartire.

Clicca sul link per ascoltare il servizio:

https://soundcloud.com/user-66366226/ponza-e-lo-stallo-del-turismo-ai-nostri-microfoni-enzo-di-giovanni-di-ponza-racconta

6 commenti per Ponza e lo stallo del turismo. Intervista a Enzo Di Giovanni

  • Enzo, parli da sindaco: complimenti.

  • Rita Bosso

    Con tutto l’affetto per Ponzaracconta, ma presentare Enzo Di Giovanni come “redattore di Ponzaracconta” e ignorare il suo ruolo in seno all’amministrazione comunale mi sembra abbastanza singolare.

  • Luisa Guarino

    Cara Rita, la collega Milena Mannucci di Radio Spazio Blu di Gaeta mi ha contattato per un’intervista sulla situazione del turismo a Ponza per l’emergenza coronavirus: aveva visto sul sito la composizione della Redazione e si è rivolta a me in quanto direttora. Le ho spiegato che, non vivendo tutto l’anno sull’isola, non ero la persona più adatta per il suo servizio. Dopo essermi confrontata con il caporedattore e con Enzo Di Giovanni, abbiamo chiesto a quest’ultimo di realizzare l’intervista, in quanto redattore di Ponzaracconta, e lui si è reso disponibile. Non mi è venuta minimamente in mente la delega di Enzo: quindi la collega non ne sapeva niente e tra loro di certo non ne avranno parlato proprio. Le cose sono quindi molto più semplici di quanto tu possa pensare. In quanto “all’inutilità” di alcune deleghe in seno all’Amministrazione, il discorso merita un approfondimento che sicuramente non mancheremo di fare. Ti saluto caramente.

  • https://www.latina24ore.it/latina/159012/pub-bar-e-ristoranti-chiuderanno-entro-mezzanotte-e-mezza/

    Cenerentola non prenderà il virus. Ma che faranno i turisti dopo mezzanotte? Andranno a dormire?

  • Enzo Di Giovanni

    … E’ la scelta “di venire incontro alle necessità degli operatori commerciali” che lascia perplessi…
    Segno di quanto gli amministratori col loro linguaggio “politichese” siano lontani dalle esigenze delle persone. Sarebbe stato più onesto, più rispettoso dire:”cari concittadini, non possiamo garantire la sicurezza per cui è opportuno che alcune tipologie di attività chiudano i battenti. Arrangiatevi!”
    Così come, pur nello sforzo notevole del governo di dare un aiuto concreto in questa fase (non dimentichiamo che l’Italia è il paese che ha fatto di più per i propri cittadini), intere categorie di persone, spesso le più esposte alla crisi, sono state letteralmente non considerate.

  • Enzo si sta distinguendo dalla politica di questa amministrazione un po’ come ha fatto in precedenza Sandro Vitiello.
    In questi giorni – saltato il Tavolo Tecnico – sola speranza per vedere scelte condivise, sta prevalendo una politica della paura: una politica del no, del chiudiamo, limitiamo, distanziamo.
    Non facciamo venire i pendolari!
    Che dicono di questa scelta quelli della cooperativa barcaioli, oppure i noleggiatori con conducente, gli imprenditori delle linee degli autobus, i ristoratori che lavoravano con le gite ecc.
    Adesso chiudiamo anche i bar, ristoranti e pub a mezzanotte. Quindi che fanno tutti clienti di mezza età, i giovani abituati a fare l’alba, dopo mezzanotte. Dove si organizzano, certo non vanno a dormire. Questi o non vengono a Ponza oppure si organizzano in orge in case private o in spiaggia.
    L’estate o parte per tutti o non deve partire.
    Il virus può deflagrare malgrado tutte queste mezze scelte.
    Non è la vita notturna che ha prodotto il virus ma un freddo laboratorio con poco calore umano.

Devi essere collegato per poter inserire un commento.