Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

i-30 mm q-67 40 barche-tirate-a-secco tiro-della-barca-in-secco

Il maestro d’ascia

Condividi questo articolo
di Francesca Iacono

.
Un antico mestiere….il maestro d’ascia
In un’isola come Ponza non poteva mancare la figura del maestro d’ascia, il costruttore di barche.
Non è un lavoro semplice, richiede precisione, abilità, ma soprattutto amore…..
L’imbarcazione nasce prima nella testa del maestro d’ascia, poi si passa alla parte pratica.
Tutto ciò la rende unica, diversa da un’altra…..
Il maestro d’ascia del porto, Ciro Iacono, era mio padre.
Chi non lo conosceva….
Negli anni cinquanta aveva cominciato a costruire le prime barchette con cui i turisti visitavano calette, grotte, spiaggette dell’isola.
Avevano tutte una linea inconfondibile, un’eleganza, si capiva subito chi le aveva costruite.
Ciro lavorava in una bottega del porto borbonico,dove, appena entravi, sentivi nelle narici l’odore di trucioli di legno.
Quanto mi manca questo odore!
Quello che colpiva di più erano le sue mani, in continuo movimento, che segavano e limavano i pezzi di legno per assemblarli fino a formare lo scafo della barca che stava costruendo.
Quando la barca era pronta la portava fuori dalla bottega per verniciarla.
Negli anni sessanta costruì la barchetta che, riempita di garofani rossi, porta San Silverio in processione.
Che dire… un mestiere affascinante!
Francesca Iacono
Immagine di copertina: Ciro Iacono, mio padre, uno dei maestri d’ascia dell’isola di Ponza
Condividi questo articolo