Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

vg-02 v2-23 q-23 109 59 barca-di-palone

Ventotene e Santa Candida tra fiori, fede e mongolfiere

Condividi questo articolo

di Luisa Guarino

 

L’unica volta che sono stata a Ventotene per Santa Candida è stato diversi anni fa: sono rimasta sull’isola con i miei circa una settimana, con un tempo molto instabile. Ricordo che la processione pomeridiana si è svolta sotto una coltre di nuvole; una sera poiché pioveva e il palco non aveva potuto ospitare lo spettacolo in programma, musicisti e spettatori ci siamo sistemati sotto il palco, dove si è suonato e cantato con grande divertimento fino a tardi. E i fuochi d’artificio li abbiamo ammirati… sotto l’ombrello.
Al mattino però era quasi sempre bello, e stando sulla spiaggia di Cala Nave abbiamo potuto ammirare l’ascensione di qualche mongolfiera, con il culmine pomeridiano della gara vera e propria, però nel giorno della vigilia se ricordo bene, che riempie il cielo di colori, mentre la gente, nel porto e lungo la sua diga, sta tutto il tempo con il naso all’insù.

Mongolfiere a Ventotene.2013
Anche in quell’occasione in mattinata una piccola motonave aveva portato a Ventotene quei ponzesi un po’ avventurosi che non volevano perdere le celebrazioni della patrona dell’isola sorella; il mezzo poi sarebbe ripartito dopo i fuochi, e non era solo un modo di dire.

Fuochi d'artificio per la festa di S. Candida

Ricordo in particolare che quella notte, oltre alla pioggia, ci si era messo anche il mare agitato a complicare le cose. Ma la maggior parte dei passeggeri, autentici ‘capitani coraggiosi’ sono ripartiti alla volta di casa: solo qualcuno, che poteva contare su un amico o un parente a Ventotene, ha rinviato la partenza.
Quest’anno invece pare che le cose andranno diversamente, come si può leggere nell’avviso sul sito istituzionale del Comune di Ponza – file .pdf allegato alla fine dell’articolo:

Avviso Corse speciali per S. Candida

Cliccare sull’immagine per ingrandirla

Davvero un’occasione, anzi più di una, assolutamente da non perdere. Sperando naturalmente che il Monte Gargano non faccia brutti scherzi, come è capitato domenica scorsa 13 settembre, quando ha fatto avaria di sera nei pressi di Zannone, sulla tratta Formia-Ponza. Incrociamo le dita, e che Santa Candida e San Silverio facciano la loro parte.

Per quanto riguarda la festa di Santa Candida, isolani e turisti ormai ne conoscono perfettamente tempi e ritmi. La processione si svolge di pomeriggio e termina che è buio: la statua della Santa viene condotta lungo le vie dell’isola in una barca piena di gladioli di tutti i colori, che al rientro in chiesa vengono distribuiti ai fedeli, proprio come i garofani di San Silverio a Ponza.

Festa S. Candida. Processione 2013

Festa S. Candida 2013

Immagini della processione per la Festa del 2013

In questo periodo inoltre nelle due isole sbocciano i tipici gigli rosa dal profumo molto particolare, chiamati proprio “gigli di Santa Candida”. Molti anni fa ne ho avuto alcuni bulbi dalle amatissime zie Titina e Antonietta sopra gli Scotti: li conservo gelosamente nei miei vasi in città, accogliendo ogni anno la loro fioritura come un piccolo miracolo – per i gigli di Santa Candida, sul sito, leggi qui E’ solo la natura che fa il suo corso, lo so, ma a me piace pensare che ci sia anche lo zampino di Santa Candida, e dell’infinito abbraccio blu fra Ventotene e Ponza.

Amaryllis-belladonna-copia

 

Orari delle corse speciali con Ponza, in occasione della festività: Santa Candida

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.